Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Costa Corcordia, riparte il processo: l'accusa chiede 27 anni per Schettino

La richiesta è stata fatta dal sostituto pg di Firenze nel processo in appello contro l'ex comandante della Costa Concordia. Il pg ha ridefinito le pene per i reati di naufragio, omicidio e lesioni plurimi colposi, abbandono, false informazioni alla capitaneria

FIRENZE - Ventisette anni e tre mesi di reclusione. Questa la condanna in appello chiesta dal sostituto procuratore generale di Firenze, Giancarlo Ferrucci, per l'ex comandante della Costa Concordia Francesco Schettino.

Come elementi principali, Ferrucci ha chiesto 9 anni di reclusione per naufragio colposo contro i 5 anni di reclusione decisi in primo grado dal tribunale e 15 anni per omicidio colposo plurimo e lesioni plurime colpose (32 morti e decine di ferite), compresa l'aggravante di colpa cosciente che dalla sentenza di primo grado non era stata riconosciuta, dove, complessivamente, Schettino, è stato condannato a 16 anni. Il pg ha chiesto anche 3 anni per abbandono di persone incapace a bordo della nave, contro un anno riconosciuto dal primo grado, più 3 mesi di arresto per false dichiarazioni alla capitaneria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costa Corcordia, riparte il processo: l'accusa chiede 27 anni per Schettino

Today è in caricamento