Lunedì, 1 Marzo 2021
Pescara

Urla di avere la febbre per saltare la fila alle Poste: finisce malissimo

Tra i tanti clienti presenti si è creato un certo timore tanto da rendere necessario l'intervento delle forze dell'ordine. Dopo l'intervento dei sanitari del 118 ha ammesso di aver mentito ed è stato denunciato per procurato allarme

Ha esclamato ad alta voce di avere la febbre mentre era in attesa nell'ufficio postale perché sperava così di saltare la fila. Ovviamente la conseguenza è stata la generazione del timore tra i tanti clienti rendendo necessario l'intervento delle forze dell'ordine. 

È successo alle Poste di via Monti a Pescara questa mattina, venerdì 9 ottobre intorno alle ore 10:30. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia locale hanno subito richiesto l’intervento dei sanitari del 118, i quali hanno constatato invero una normale temperatura corporea dell'uomo che si era detto febbricitante.

Come spiega il Pescara l'uomo successivamente ha ammesso di aver mentito circa il suo stato di salute al fine di evitare la fila all’interno dell’ufficio postale. Per questo motivo è stato deferito in stato di libertà per procurato allarme.

Finge di avere la febbre per saltare la fila al supermercato: denunciata un’anziana

L'escamotage non è nuovo: già ad Aprile un’anziana signora di Alessano, in provincia di Lecce, è stata denunciata dai carabinieri per procurato allarme dopo che aveva finto di avere la febbre mentre era in fila per entrare al supermercato così da poter passare prima di tutti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Urla di avere la febbre per saltare la fila alle Poste: finisce malissimo

Today è in caricamento