Crollo Genova: "Il ponte era monitorato ogni tre mesi con tecniche specializzate"

Decine di morti. "Non è stata una fatalità" dice il procuratore capo di Genova. Autostrade per l'Italia: "I monitoraggi erano sempre stati rassicuranti". Tria: "Nuovo piano rilancio infrastrutture". Conte: "Avvieremo la procedura per la revoca della concessione"

ANSA

Si è scavato tutto il giorno a Genova, tra le macerie del Ponte Morandi crollato ieri, nonostante il concreto pericolo di crollo di una parte del pilone autostradale rimasta pericolante, nella zona di via Campi. Almeno 39 i morti accertati. "Non è stata una fatalità, ma un errore umano" a provocare il crollo del ponte a Genova secondo il procuratore capo Francesco Cozzi, al termine di un sopralluogo nella zona del crollo. La procura ha aperto un fascicolo per disastro colposo e omicidio plurimo. "Noi dobbiamo rispondere a una sola domanda: perché è successo?", ha spiegato il magistrato. "Questo è il nostro compito e per trovare una risposta faremo tutto quello che è necessario".

Crollo Genova, commissione d'inchiesta

Sul crollo di ponte Morandi a Genova "verrà istituita una commissione d'inchiesta all'interno del ministero. Verificheremo tutto fino in fondo e non lasceremo nulla al caso". Lo ha detto il sottosegretario alle infrastrutture, Edoardo Rixi, annunciando "verifiche puntuali su tutti i pareri che sono stati dati sull'adeguatezza dei lavori".

Conte: "Commissario ad hoc per la ricostruzione"

 "Avvieremo la procedura per la revoca della concessione a società Autostrade". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte durante la conferenza stampa al termine del consiglio dei ministri straordinario. Il premier ha anche annunciato lo Stato di emergenza per 12 mesi "Al di là delle verifiche penali di quello che farà la magistratura con la sua inchiesta", ha proseguito Conte, "noi non possiamo aspettare i tempi della Giustizia. Il Governo, nell'atto di disporre nuove concessioni, sarà molto più rigoroso nella valutazione delle clausole. Andremo a rivedere i contratti di servizio per rendere più stringenti i vincoli". Inoltre, Conte ha annunciato la volontà di "nominare un commissario ad hoc per la ricostruzione a Genova".

Autostrade: "Sul viadotto verifiche trimestrali"

 ''In relazione alle notizie diffuse dalla stampa sulle attività di prevenzione messe in atto sul viadotto Polcevera, Autostrade per l'Italia precisa che l'infrastruttura era monitorata dalle strutture tecniche della Direzione di Tronco di Genova con cadenza trimestrale secondo le prescrizioni di legge e con verifiche aggiuntive realizzate mediante apparecchiature altamente specialistiche. Inoltre le strutture tecniche preposte si sono avvalse, per valutare lo stato di manutenzione del viadotto e l'efficacia dei sistemi di controllo adottati, di società ed istituti leader al mondo in testing ed ispezioni sulla base delle migliori best practices internazionali''. E' quanto si legge in una nota di Autostrade per l'Italia.

Toninelli: "Se non sono capaci di gestire le Autostrade, lo farà lo Stato" 

''Gli esiti delle attività di monitoraggio e delle attività di verifica svolte dagli autorevoli soggetti esterni -prosegue- hanno sempre fornito alle strutture tecniche della società adeguate rassicurazioni sullo stato dell'infrastruttura. Questi stessi esiti sono stati utilizzati come base per la progettazione degli interventi di manutenzione sul viadotto approvati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti secondo le norme di legge e le previsioni della Convenzione''. ''Le strutture tecniche di Autostrade per l'Italia stanno fornendo alle istituzioni competenti tutto il supporto necessario per l'accertamento delle cause del tragico evento e per il ripristino dell'autostrada nei tempi più rapidi possibili. La società rinnova il cordoglio più sentito per le vittime e la profonda vicinanza ai loro familiari'', conclude Autostrade per l'Italia.

Crollo Genova, i nomi delle vittime

crollo genova ansa infografica-2

Tria: "Nuovo piano rilancio infrastrutture"

''Di fronte all'immane tragedia di Genova è il momento del cordoglio e dello sforzo di tutti per prestare i primi soccorsi e affrontare l'emergenza della città. Ma non potrà mancare l'esame attento e rigoroso delle cause e delle responsabilità". Lo dice il ministro dell'Economia, Giovanni Tria. "Nessuno -prosegue- si dovrà trincerare dietro l'alibi della mancanza di fondi o di vincoli di bilancio. E' l'intero sistema di competenze e responsabilità in tema di investimenti pubblici infrastrutturali che deve essere chiamato in causa e che è alla base del degrado infrastrutturale dell'Italia, dei ritardi e dell'incapacità di spesa".

"Con questa consapevolezza, si conferma l'assoluta necessità di un grande piano di rilancio degli investimenti pubblici in infrastrutture, a cui il MEF assieme agli altri ministeri sta già lavorando, partendo dallo sblocco degli investimenti e degli interventi di manutenzione che hanno già finanziamenti a disposizione. In ogni caso, come è stato più volte chiarito, gli investimenti pubblici in infrastrutture sono una priorità dell'attuale governo per i quali non ci saranno vincoli di bilancio, come è una priorità il superamento dell'incapacità di spesa e di intervento".

Genova il giorno dopo: si scava alla ricerca di superstiti 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (10)

  • se una costruzione in cemento armato va monitorata, vuole dire che non e integra nella struttura, il cemento armato o tiene i vede non ci sono vie di mezzo, andava rifatto.

  • Siamo così convinti che 'lo stato farà meglio' come aleggiano i Toninelli boys? Autostrade non è certo composta da suicidi e, per conoscenza personale, da incompetenti. Sono i primi a sapere di avere un problema qui ed ora. Sono inoltre in grado di muovere risorse finanziarie, tecniche e organizzative immediatamente. Lo Stato no, neppure per mezzo di Anas. È infantile, o almeno adolescenziale, ritenere che la risposta debba essere sulla ricerca della gogna ('fuori i nomi';) e sul liberi tutti ('le autostrade tornino allo stato'). Il risultato sarà solo paralisi e costi giudiziari per tutti noi, senza una ricostruzione che avvenga nei tempi e nei modi che servono.

  • Andatevi a leggere il tipo di costruzione di questi ponti e capirete perchè è venuto giù a prescindere dalle manutenzioni. Tutto di cemento precompresso con gli stralli(tiranti) ricoperti di cemento(per estetica) e con lunghezze tali da poter entrare in risonanza trasversale con la propria frequenza di oscillazione causata da un vento anche di 70-80 km/h, in più le tensioni causate da un traffico veicolare abnorme continuo ed il degrado cementizio hanno fatto il resto. Il tutto per provare delle realizzazioni innovative architettoniche dinamiche a base di cemento precompresso. Ora si è capito che entro 50 anni vanno demolite. Ma, roba da pazzi.

  • vi risulta che sul Ponte di Brooklyn passano centinaio di Tir al giorno?? ..non mi risulta, e allora??

  • Ma speriamo che non dite che sia colpa Silvio Berlusconi, perché tutti i mali sono affiliati a lui , monitoraggio ogli tre mesi ma chi ci crede, io mi chiedo il ponte di Brooklyn, è stato costruito nel 1883 , ha 135 anni , e con una città di 8 milioni di persone , io non capisco perché il nostro costruito nel 1967 in tempi moderni è caduto !!!!!! Roba da matti

    • Perchè qui in Italia, sono in troppi a "ciulare" denaro. Appena entra il privato, in tutti i settori, scade la qualità del sevizio e aumentano per loro i profitti. Ci vuole uno scemo per non capirlo.

      • due anni fa crollato un ponte a lecco dove sono morte delle persone. gestito da ANAS (stato). per dire.

  • Monitorato ogni tre mesi, da crederci al volo, e, se ciò fosse vero, i controlli erano assegnati ad incompetenti, quindi spero che paghino salato loro, i superiori e sopratutto chi li ha magari raccomandati

  • Era monitorato male, evidentemente.

    • Mangiavano tutti troppo evidentemente....

Notizie di oggi

  • Elezioni europee 2019

    Berlusconi ci riprova: una nuova "discesa in campo" per salvare Forza Italia

  • Politica

    L'M5s vuole cambiare la legge elettorale: ecco la "taglia ammucchiate"

  • Economia

    Negozi chiusi domenica, il governo va avanti ma l'Italia si spacca

  • Politica

    Migranti, in arrivo il decreto Salvini mentre si apre un nuovo caso Aquarius

I più letti della settimana

  • Grande Fratello Vip 2018: cast, concorrenti e tutte le anticipazioni

  • Pensioni, tra illusioni e realtà si va verso quota 100 "depotenziata": che cosa significa

  • Lunedì occhio al bonifico, 45 italiani diventeranno milionari

  • Il dramma di Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

  • Supplemento di pensione, cos'è e chi ne ha diritto

  • Lamberto Sposini bacia Barbara d'Urso: "Carmelita smack"

Torna su
Today è in caricamento