rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca

Minacce di morte a Dario Vassallo, fratello del "sindaco pescatore"

"Quando la politica arriva a minacciarti di morte, significa che non è più politica ma camorra", scrive il fratello di Angelo Vassallo

Minacce di morte contro Dario Vassallo. Il fratello di Angelo Vassallo, il "sindaco pescatore" di Pollica - ucciso a colpi di pistola da mano ancora ignota nella sua Acciaroli il 5 settembre del 2010 - si è recato presso la caserma dei carabinieri di Roma "La Storta" per denunciare "un signore cilentano per chiare minacce di morte nei miei confronti".

Da nove anni, Dario - oggi presidente della "Fondazione Vassallo" - si batte per conoscere la verità. Nove anni di indagini e silenzi, nove anni di piste chiuse e poi aperte per mancanza di indizi. Questo il suo messaggio su Facebook: "Minacce di morte. Cari amici state tranquilli che il nostro cammino, tutti insieme, continua senza sosta e quando la politica arriva a minacciarti di morte, significa che non è più politica ma camorra".

"Sabato 18 maggio mi sono recato presso la Caserma dei Carabinieri di Roma La Storta per denunciare un signore cilentano, per chiare minacce di morte nei miei confronti. Avverto gli altri "seguaci" di chi non ha visto, non ha sentito e non ha parlato, di non avere fretta, di non spingere, c'è posto anche per voi. Tranquilli", ha scritto Vassallo.

Angelo Vassallo, lo sfogo del fratello in una lettera: "Non tornare, ti ucciderebbero ancora"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce di morte a Dario Vassallo, fratello del "sindaco pescatore"

Today è in caricamento