rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
La tragedia / Modena

Schianto in autostrada: morto papà infermiere, grave il figlio di 8 anni

Il tragico incidente avvenuto a Sasso Marconi, in provincia di Bologna. La vittima è Davide Moccia, 57enne che lavorava al Policlinico di Modena. Il figliolletto si trova ricoverato in Rianimazione

Un padre che perde la vita e un figlio giovanissimo in gravi condizioni. Insieme a loro altri due feriti. Questo il drammatico bilancio dell'incidente stradale avvenuto nella serata di ieri, giovedì 30 maggio, a Sasso Marconi, nel Bolognese. La vittima è Davide Moccia, infermiere di 59 del Policlinico di Modena. Lo schianto è avvenuto poco dopo le ore 21, all'altezza del Raccordo autostradale R-43 - SS64 Porrettana: la dinamica e le motivazioni del sinistro sono ancora in via di accertamento.

Da quanto ricostruito, Davide è morto poco dopo l'incidente, in ospedale, a causa delle ferite riportate. Lo schianto ha coinvolto due automobili ed è avvenuto all'altezza del raccordo tra l'autostrada e la Porrettana, a Sasso Marconi. Il 59enne era alla guida della sua Citroen C4 Picasso quando ha improvvisamente sbandato ed è finito prima contro il guardrail e poi contro la Suzuki Vitara che stava arrivando in direzione opposta, centrandola frontalmente. I due passeggeri dell'altra vettura - un uomo bolognese e una donna di origini brasiliane, entrambi sessantenni - sono rimaste ferite e trasferite in codice di media gravità (codice 2) in ospedale. Il figlio di Davide, che viaggiava con lui, è stato soccorso in codice di massima gravità e si trova ora ricoverato in Rianimazione. La morte di Davide ha sconvolto tutta la comunità e i colleghi di lavoro, che lo ricordano come "un papà orgoglioso e un infermiere apprezzato da tutti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schianto in autostrada: morto papà infermiere, grave il figlio di 8 anni

Today è in caricamento