rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
L'autopsia / Vicenza

"Rebellin è stato schiacciato": nulla osta per i funerali dopo l'autopsia

Escluso qualsiasi malore, il campione di ciclismo è stato ucciso da un autocarro il 30 novembre a Montebello Vicentino

Effettuata nel pomeriggio di oggi, lunedì 19 dicembre, nell'ospedale di Vicenza l'autopsia di Davide Rebellin, l'ex campione vicentino 51enne morto il 30 novembre a Montebello Vicentino dopo essere stato travolto da un autocarro mentre si allenava con la sua bicicletta.

Le indicazioni che trapelano dall'esame, effettuato davanti ai periti di parte dall'anatomopatologo Vito Cirielli, confermerebbero il decesso per schiacciamento. Escluso qualsiasi malore. A uccidere Rebellin, secondo quanto accertato dal pm Claudia Brunino, sarebbe stato un tir con targa tedesca il cui autista è fuggito senza prestare soccorso.

Individuato grazie alla collaborazione tra carabinieri di Vicenza con la Polizia tedesca, l'uomo, Wolfgang Rieke, 62enne di Recke, è stato denunciato ma resta libero poiché la giurisdizione tedesca non prevede il reato di omicidio stradale nonostante una serie inquietante di precedenti. Dalle ricostruzioni tutto lascia pensare che si fosse accorto di quanto accaduto. Al punto da fermarsi per qualche minuto nel parcheggio più vicino, dare una occhiata alla carrozzeria del mezzo e soprattutto ritornare indietro osservando da vicino il 51enne campione veneto: ci sarebbero diverse fotografie di testimoni sul posto, tra l’altro, che lo dimostrano.

Con il nulla osta della Procura di Vicenza si potranno svolgere i funerali, probabilmente giovedì o venerdì, nel duomo di Lonigo, la città dove Davide è cresciuto e dove vivono ancora i suoi familiari. Per consentire l’omaggio dei tantissimi tifosi a un uomo innamorato del ciclismo e della bicicletta, sarà aperta una camera ardente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Rebellin è stato schiacciato": nulla osta per i funerali dopo l'autopsia

Today è in caricamento