Domenica, 1 Agosto 2021
La rivelazione

"Denise Pipitone è viva e ha una figlia: sta bene ma bisogna agire prima che sia tardi"

Le parole dell'ex pm, intervenuta nella puntata di Storie Italiane di oggi su Rai1, hanno lasciato attoniti Eleonora Daniele e i suoi ospiti del programma tv

L'intervento della pm sul caso di Denise Pipitone

"Denise sta bene e vive in un ambiente sereno. L'ho trovata grazie all'aiuto di una persona, in un contesto internazionale. Ho già segnalato tutto alla Procura e all'avvocato Frazzitta. In questi mesi io ho fatto da battitore, ora servono i cacciatori”. Sono parole choc quelle dell’ex Pm di Marsala Maria Angioni, intervenuta nella puntata di Storie Italiane di oggi su Rai1, lasciando attoniti Eleonora Daniele e i suoi ospiti. Parole incredibili perché a sentire il magistrato sembra sapere con sicurezza dove è adesso e come sta Denise Pipitone, la bambina scomparsa oltre 17 anni da a Mazara del Vallo, per cui, di recente, è stata prima riaperta un’inchiesta e poi, in parallelo alla magistratura, è stata presentata alla Camera una proposta di legge per una commissione parlamentare d'inchiesta perché, stando ai deputati Pd Morani e Miceli, "c'è stato più di un depistaggio, non vogliamo costruire una verità giudiziaria alternativa, ma ora lo Stato c'è".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto però le parole del pm Angioni sono un terremoto in un caso a cui l’Italia intera guarda con attenzione da quasi 20 anni. Intervenuta in collegamento, la dottoressa Angioni si è detta certa di aver individuato colei che sarebbe Denise Pipitone: "A Denise è stata strappata l`identità. Chi sa è ora che parli prima che sia troppo tardi. È stato tutto un imbroglio ai danni di Piera Maggio" ha dichiarato Maria Angioni, spiegando che c`è il rischio che il nucleo familiare nel quale vive la ragazza venga stravolto. "Non è detto che Denise sia in una famiglia rom, va cercata in ambienti non ispezionabili. Nei giorni scorsi Mariana Trotta mi ha fatto vedere delle foto e le ho consigliato di rivolgersi subito ai carabinieri. Le foto di cui parla il magistrato sono quelle di una ragazza avvistata a Milano nell`ottobre del 2004 con una bambina molto somigliante a Denise, che chiamava Danàs. "La ragazza che sono quasi certa sia Denise ha anche una figlia" ha rivelato inoltre, sottolineando che chi è a conoscenza della verità è importante che parli immediatamente, prima che sia troppo tardi.

Denise Pipitone: le rivelazioni dell'ex pm Angioni e l'altra pista che arriva in Romania

Ma che cosa non torna nelle indagini svolte finora? Se lo chiedono, oltre ai familiari della bambina scomparsa il primo settembre 2004 quando aveva solo quattro anni, anche gli inquirenti della procura di Marsala che hanno riaperto il caso, riesaminando la vecchia inchiesta e tornando ad indagare. A diciassette anni di distanza dalla scomparsa, i magistrati vogliono capire se ci sono stati depistaggi o errori avvenuti nei primi giorni dell'inchiesta, come sostenuto a più riprese da Piera Maggio, mamma di Denise. Dettagli che potrebbero avere un peso in questa vicenda drammatica e ancora oggi oscura, in cui qualcuno conosce la verità, ma tace. Da qui anche l’invito implicito, ma neppure troppo, della pm Angioni, che ha spiegato come dietro il silenzio ci sia anche la paura di chi pensa di non aver fatto nulla di male e di temere guai giudiziari, oltre che la distruzione della pace familiare, se dovesse parlare.

Le rivelzioni su Denise Pipitone 

Sulle nuove rivelazioni del pm, frena l'avvocato della famiglia Pipitone Giacomo Frazzitta, che si appella a tutti: giornalisti, magistrati o avvocati. "Invito tutti alla massima cautela nel momento in cui si diffondono notizie che possono essere infondate o contenenti elementi non riscontrati o non riscontrabili e che possono costituire un ostacolo al lavoro della Procura di Marsala. Non vediamo la necessità di fornire informazioni particolarmente dettagliate, frutto o meno delle indicazioni di un mitomane o che dovessero anche risultare fondate, perchè ancora al vaglio della magistratura". Il legale stigmatizza infine le dichiarazioni dell'ex Pm Angioni "anche perchè provenienti da un magistrato che nella sua funzione potrebbe avere un canale privilegiato con i suoi colleghi". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Denise Pipitone è viva e ha una figlia: sta bene ma bisogna agire prima che sia tardi"

Today è in caricamento