Martedì, 19 Ottobre 2021
Le proteste in piazza / Milano

Le denunce dopo il corteo no green pass: "Violenza e resistenza a pubblico ufficiale"

Quattro persone sono state già denunciate e altre potrebbero esserlo presto, una volta terminate le identificazioni dopo la decima manifestazione contro la certificazione verde andata in scena per le strade di Milano nel pomeriggio di sabato 25 settembre

Tre uomini e una donna sono stati denunciati per violenza privata e resistenza a pubblico ufficiale dopo la manifestazione di sabato 25 settembre a Milano contro il green pass. Non si esclude che altre denunce arriveranno presto, una volta terminate le identificazioni.

Alcuni manifestanti infatti hanno cercato di "sfondare" i blocchi posti a protezione soprattuto di piazza Duomo, dove in quel momento era in corso un comizio elettorale di Giorgia Meloni per sostenere Luca Bernardo, candidato sindaco del centrodestra. Le forze dell'ordine sono riuscite a contenere la folla, costringendo i manifestanti ad aggirare il duomo e a tentare in vano di entrare nella Galleria Vittorio Emanuele II, per poi dirigersi verso piazza della Scala. Il gruppo di manifestanti aver inizialmente accettato di ripiegare da piazza Fontana verso via Larga, poi qualcuno tra la folla ha incitato i partecipanti a tentare ugualmente di raggiungere il Duomo. Un dettaglio che, spiega MilanoToday, ai piani alti di questura e prefettura fa pensare sempre di più che non vi siano veri 'capi’, vista anche la composizione estremamente variegata per età ed estrazione sociale di chi era in piazza sabato, considerato anche i "politicizzati" sono al momento ancoramolto pochi ma comunque in aumento. I quattro denunciati non appartengono ad alcun organizzazione ma nelle ultime settimane erano stati individuati alcuni militanti di estrema destra (tra cui il leader di Forza Nuova in città, Marco Mantovani), non presenti in piazza sabato 25 settembre. Individuati anche alcuni appartenenti all'area anarchica.

Quella di sabato è stata la decima manifestazione a Milano contro il green pass. "Ogni sabato è peggio", ha detto il sindaco Giuseppe Sala, che ha detto di aver parlato già con il prefetto. "È chiaro che da un lato ci sono le forze dell'ordine che sono costrette, con le tante cose che hanno da fare, ad arginare queste manifestazioni, dall'altro ormai il disagio per i cittadini aumenta perché bloccano tram e strade. È chiaro che è un problema", ha aggiunto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le denunce dopo il corteo no green pass: "Violenza e resistenza a pubblico ufficiale"

Today è in caricamento