Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca Catania

L'uomo che diffonde false notizie su Televideo e semina il panico: "50 positivi nel liceo"

Il 55enne è stato denunciato per procurato allarme (e non solo) a Bronte

Impossibile chiamarlo "scherzo", "bravata", quando c'è di mezzo un'emergenza sanitaria da ridere c'è davvero pochissimo. Un uomo di 55 anni è stato denunciato dai carabinieri di Bronte, grosso centro alle pendici occidentali dell'Etna nel catanese, per procurato allarme e pubblicazione e diffusione di notizia falsa atta a turbare l'ordine pubblico. 

"Accertati casi di coronavirus in due licei di Bronte"

Che cosa ha fatto? È accusato di avere "costruito" al computer una schermata di televideo falsa con una notizia altrettanto falsa, il tutto peraltro in maniera abbastanza dozzinale. "Bronte: accertati casi di coronavirus in due licei di Bronte (Ct). Sono 50 i ragazzi contagiati in due licei di Bronte, imminente chiusura dei plessi scolastici e arrivo della protezione civile. Notizia in aggiornamento".

Ci sono varie applicazioni che permettono di creare finte pagine di televideo. L'uomo dopo aver avuto la bella pensata, ha poi fatto girare l'immagine attraverso i suoi contatti WhatsApp, creando un vorticoso panico in tutto il comprensorio di Bronte.

Le persone in grado di distinguere le fonti giornalistiche hanno subito capito che si trattava di una notizia falsa, anche perché non compariva da nessun'altra parte. Ma non tutti sono in grado di farlo, e in tanti si sono comprensibilmente preoccupati. Poi il sospiro di sollievo (per tutta Bronte), e la denuncia (per il 55enne): convocato in caserma, ha candidamente confessato di averlo fatto per “scherzo”.

Coronavirus, video su caso sospetto a Messina: infermiere denunciato per procurato allarme

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'uomo che diffonde false notizie su Televideo e semina il panico: "50 positivi nel liceo"

Today è in caricamento