rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Odio social

Denunciato il no vax che aveva definito la morte di David Sassoli "una buonissima notizia"

Si tratta di un 40enne della provincia di Napoli: in rete si faceva chiamare "Ugo Fuoco" ed è risultato amministratore di un canale Telegram con 30mila iscritti

Un 40enne della provincia di Napoli è stato denunciato dalla polizia postale per aver postato in rete messaggi d'odio e teorie complottiste dopo la morte del presidente dell'Europarlamento David Sassoli. L'uomo era conosciuto in rete con il nome di  "Ugo Fuoco" ed  è risultato anche amministratore di un canale Telegram con più di 30.000 iscritti, sul quale in passato ha pubblicato numerosi messaggi di incitamento alla violazione delle disposizioni sulla gestione dell'emergenza pandemica. Il 40enne era inoltre stato già denunciato per inosservanza delle misure sanitarie. 

Le indagini della polizia postale sono partite dall'hashtag #nessunacorrelazione, dedicato a teorie complottiste no vax secondo le quali l'onorevole sarebbe morto a causa del vaccino. Tra i vari messaggi che hanno acquisito il carattere della "viralità" per il contenuto particolarmente sprezzante e lesivo della memoria del defunto presidente del Parlamento Europeo, ripreso anche dai principali organi di stampa, era emerso quello pubblicato proprio dall'account  di "Ugo Fuoco": "Ogni tanto una buonissima notizia" scriveva. "Se ne va mr. 'Il green pass non è discriminatorio' Sassoli. Adesso venitevi a prendere gli altri, grazie".

La polizia postale fa sapere che nel corso di una perquisizione informatica a carico dell'uomo sono state rinvenute tracce legate alla pubblicazione del messaggio d'odio nei confronti di Sassoli. Per il 40enne è scattada dunque la denuncia. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denunciato il no vax che aveva definito la morte di David Sassoli "una buonissima notizia"

Today è in caricamento