rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Papa

Papa, l'editoriale dell'Osservatore Romano: "Dimissioni decise molti mesi fa"

Come spiega Giovanni Maria Vian Benedetto XVI ha deciso di lasciare il Pontificato dopo il viaggio in Messico e a Cuba: "Riserbo che nessuno ha potuto infrangere"

La decisione di dimettersi da Pontefice "è stata presa dal Papa molti mesi fa, dopo il viaggio in Messico e a Cuba, in un riserbo che nessuno ha potuto infrangere". Così il direttore dell'Osservatore romano, Giovanni Maria Vian, in un editoriale di prima pagina intitolato "Il futuro di Dio", che accompagna l'apertura "Benedetto XVI lascia il pontificato".

Il viaggio del Papa a Cuba e Messico si svolse poco meno di un anno fa: dal 23 al 29 marzo 2012. E in quei giorni Benedetto XVI ha deciso di lasciare. "E' un avvenimento senza precedenti, e che di conseguenza ha subito fatto il giro del mondo, la rinuncia di Benedetto XVI al papato".

Come lo stesso Pontefice "ha annunciato con semplice solennità davanti a un gruppo di cardinali, dalla sera del 28 febbraio la sede episcopale di Roma sarà vacante e subito dopo verrà convocato il conclave per eleggere il successore dell'apostolo Pietro", scrive Vian.

Come verrà eletto il nuovo Papa

I nomi 'caldi' per la successione

"La decisione del Pontefice è stata presa da molti mesi, dopo il viaggio in Messico e a Cuba, in un riserbo che nessuno ha potuto infrangere, e avendo 'ripetutamente esaminato' la propria coscienza 'davanti a Dio' (conscientia mea iterum atque iterum coram Deo explorata), a causa dell'avanzare dell'età. Benedetto XVI ha spiegato, con la chiarezza a lui propria, che le sue forze non sono più adatte per esercitare in modo adeguato il compito immane richiesto a chi viene eletto per governare la barca di san Pietro e annunciare il Vangelo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Papa, l'editoriale dell'Osservatore Romano: "Dimissioni decise molti mesi fa"

Today è in caricamento