Giovedì, 24 Giugno 2021
Grecia

Tsipras trema, dopo Varoufakis lascia il viceministro delle Finanze

Nadia Valavani si è dimessa questa mattina con una lettera inviata al premier: "La Germania ci vuole umiliare". In Grecia statali in piazza contro l'accordo: è la prima volta da quando Syriza è al governo

Le proteste di oggi ad Atene (Infophoto)

Dopo l'addio di Varoufakis il governo di Alexis Tsipras deve fare i conti con un'altra defezione. Il viceministro delle Finanze, Nadia Valavani, si è dimessa questa mattina con una lettera inviata al premier: "Alexis, non posso più far parte di questo governo", ha scritto, come riferisce il quotidiano To Vima.

Valavani ritiene che la Germania voglia "umiliare fino in fondo il governo e il Paese". L'intenzione di Berlino, ha scritto nella lettera, sarebbe quella di far approvare le misure di austerità dal governo in carica, così da portarlo al collasso e farlo sostituire da un governo di "volenterosi".

Inoltre, Valavani si è detta convinta che la "capitolazione" firmata dal governo greco non consenta alcuna prospettiva di ripresa e che "in particolare questa soluzione, imposta oltretutto forzosamente, non è una soluzione sostenibile".

STATALI IN PIAZZA - E mentre il parlamento si appresta a votare l'accordo sottoscritto a Bruxelles, dipendenti pubblici e semplici cittadini sono scesi in piazza contro le misure di austerity previste dal nuovo piano. Trasporti pubblici a rilento o semi paralizzati in tutta la Grecia e uffici pubblici con il personale braccia incrociate, a causa dello sciopero di 24 ore proclamato dal sindacato di categoria Adedy.

ATENE, LA PROTESTA DEI DIPENDENTI PUBBLICI: VIDEO

Particolarmente simbolico il fatto che si tratti del primo sciopero da quanto Syriza, il raggruppamento dei movimenti di sinistra più intransigenti, ha vinto le elezioni nel gennaio scorso.

Dalle 6 di stamattina ad Atene gli autobus sono molto spesso assenti, provocando un pesante congestionamento del traffico automobilistico. Dalle 21 è previsto il blocco della metropolitana, mentre per tutto lo sciopero resterà fermo il collegamento ferroviario con l'aeroporto della capitale.

Secondo la polizia greca alcune centinaia di persone si sono adunate da stamattina in diverse piazze, mentre in serata è prevista una manifestazione di fronte al parlamento proprio mentre dovrebbero andare al voto i contestati provvedimenti che la Grecia deve approvare prima che i partner di Eurolandia sblocchino il negoziato sui nuovi aiuti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tsipras trema, dopo Varoufakis lascia il viceministro delle Finanze

Today è in caricamento