rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Il caso / Macerata

Si presenta al lavoro col green pass di una parente: licenziata per giusta causa

Il caso a Tolentino, in provincia di Macerata. La lavoratrice per ora non ha impugnato la decisione dell'azienda

Ha presentato un green pass falso al lavoro, qualche giorno fa. Scoperta, per questo è stata licenziata per giusta causa. Protagonista della vicenda è una dipendente dello stabilimento di Poltrona Frau a Tolentino, in provincia di Macerata nelle Marche. La donna, secondo i primi riscontri, aveva mostrato alla sicurezza il Qr code di una sua parente.

La dipendente al lavoro col green pass di una parente è stata licenziata

L'azienda conferma. "Confermiamo quanto accaduto, ovvero il licenziamento di un dipendente che aveva utilizzato un falso green pass - si legge nella nota di Poltrona Frau di Tolentino pubblicata dal Corriere Adriatico -. Riteniamo che si tratti di giusta causa e che questo avvenimento testimoni il nostro impegno nel garantire la sicurezza di ogni singolo dipendente così come dei gruppi e dei luoghi di lavoro di tutte le nostre sedi e filiali, italiane ed estere".

"Il possesso del green pass resta una condizione imprescindibile per tutte le funzioni aziendali - continua la nota -. L'aver utilizzato un green pass falso è purtroppo un fatto grave non solo per il dipendente verso sé stesso, ma verso la collettività e dimostra assenza di responsabilità etica, disciplina e rispetto per la salute dei colleghi e le loro famiglie con cui lavorava".

La lavoratrice, al momento, non ha impugnato la decisione dell'azienda.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si presenta al lavoro col green pass di una parente: licenziata per giusta causa

Today è in caricamento