rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
ECONOMIA

Un Paese sottosopra: i dipendenti guadagnano più degli imprenditori

Il dato sorprendente pubblicato dal Mef: "I soggetti con reddito da lavoro dipendente prevalente dichiarano un reddito medio di 20.680 euro, i soggetti con reddito d'impresa prevalente dichiarano 20.469 euro"

ROMA - Imprenditori o dipendenti? Per il Dipartimento delle Finanze del ministero dell'Economia non ci sono dubbi: in Italia conviene essere dipendenti. Il dato sui redditi, che un po' spiazza, non lascia spazio a dubbi. 

"I soggetti con reddito da lavoro dipendente prevalente, oltre venti milioni, dichiarano un reddito medio di 20.680 euro", di contro "i soggetti con reddito d'impresa prevalente, che sono circa un milione e mezzo, dichiarano un reddito medio di 20.469 euro"

Tradotto: andando a spulciare le dichiarazioni dei redditi si scopre che i dipendenti guadagnano più degli imprenditori. Capire quanto l'evasione e la crisi possano influire su questo dato non è facile, nè tanto meno lo è "tarare" i due redditi in base alle diverse tassazioni: quel che è certo, però, è che i numeri hanno dell'incredibile. 

L'analisi, relativa alle dichiarazioni dei redditi presentate nel 2012, anno di imposta 2011, mostra che circa l'83% dei soggetti detiene prevalentemente reddito da lavoro dipendente o pensione.

In particolare, il 49% dei contribuenti, 20,1 milioni, è un lavoratore dipendente e il 34%, 14 milioni, ossia più di un contribuente su tre, ottiene il suo reddito prevalente da pensione. 

Il 5% dei contribuenti, invece, dichiara in prevalenza un reddito derivante dall'esercizio di attività d'impresa o di lavoro autonomo abituale. E il 5% dei contribuenti, a quanto pare, guarda con invidia ai lavoratori dipendenti. Strano, no?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un Paese sottosopra: i dipendenti guadagnano più degli imprenditori

Today è in caricamento