rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Crisi economica

Emergenza lavoro: a gennaio 3 milioni di disoccupati

Si tratta del tasso più alto dall'inizio delle serie mensili (gennaio 2004) e dall'avvio di quelle trimestrali, ovvero dal quarto trimestre 1992. Lo scorso anno è stato record anche sul fronte dei lavoratori precari

ROMA - Il numero dei disoccupati in Italia sfiora i tre milioni: sono due milioni e 999mila, per la precisione. E' record a gennaio 2013.

Secondo i dati provvisori dell'Istat, infatti, il tasso di disoccupazione dei 15-24enni è schizzato, a gennaio, al 38,7% dal 37,1% di dicembre 2012.

Si tratta del dato più alto dal quarto trimestre del 1992 (l'inizio delle serie storiche trimestrali) e dal gennaio 2004 se si considerano le serie storiche mensili.

2012 ANNUS HORRIBILIS: TASSE E DEBITO AL TOP

Il 2012 è stato un anno nero per il mercato del lavoro italiano. Il tasso di senza lavoro è balzato al 10,7% dall'8,4% del 2011: è il dato più alto dal 1993.

Per il solo mese di gennaio il tasso di disoccupazione è salito all'11,7% dall'11,3% di dicembre 2012: un altro record negativo perché è la percentuale più alta dal quarto trimestre del 1992 (inizio serie storiche trimestrali) e dall'inizio delle serie storiche mensili (gennaio 2004).

Lo scorso anno è stato record anche sul fronte dei lavoratori precari, arrivati a 2,8 milioni: 2 milioni e 375mila contratti a termine e 433mila collaboratori. Il livello di dipendenti a termine è il più alto dal 1993 e quello dei collaboratori dal 2004, cioè dall'inizio delle serie storiche relative.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza lavoro: a gennaio 3 milioni di disoccupati

Today è in caricamento