Domenica, 13 Giugno 2021
Indagini

Domenico, compagni interrogati dai pm: si fa strada la pista del suicidio

Nell'abbandonare la stanza il 19enne non ha portato con sè la chiave magnetica che gli serviva per rientrare. La sera prima aveva lasciato sul pullman il pass per l'Expo'. Elementi che farebbero propendere gli inquirenti per il suicidio

Nuovi elementi di indagine riaprirebbero la pista del suicidio per la tragica fine di Domenico Maurantonio, lo studente del liceo Nievo di Padova precipitato il 10 maggio scorso dal quinto piano dell'hotel Da Vinci di Milano, dove si trovava in gita con la scuola per visitare l'Expo.

I CAPELLI, LA CHIAVE, IL PASS. I pm milanesi sono tornati a Padova negli ultimi giorni per risentire i compagni del liceo Nievo che condividevano la stanza d'hotel del 19enne.

Dagli interrogatori - come riportano i quotidiani locali - sarebbe emerso che, prima di uscire dalla camera, intorno alle 5 del mattino, Domenico si era lavato i capelli.

Nell'abbandonare la stanza, poi, non si sarebbe munito della sua chiave magnetica, che gli serviva per rientrare. Inoltre, la sera prima, aveva lasciato nel pullman il suo pass che l'indomani gli avrebbe consentito l’ingresso all'Expo.

Forse solo una serie di coincidenze, ma che potrebbero anche far rivalutare l'ipotesi che il giovane avesse pensato a un gesto estremo. (Da PadovaOggi)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domenico, compagni interrogati dai pm: si fa strada la pista del suicidio

Today è in caricamento