Giovedì, 13 Maggio 2021
La Spezia

La protesta di don Giulio: “Se non posso benedire le coppie gay, non benedico neppure le palme”

La protesta del parrocco di Bonassola, che ha deciso di non benedire Palme e ulivi per manifestare “il mio ritenere assurdo” il divieto ribadito recentemente dalla Congregazione per la dottrina della fede. “Nella chiesa si benedice di tutto, anche le armi”

Don Giulio Mignani, parroco di Bonassola (La Spezia), sfida il Vaticano in protesta contro il documento della Congregazione per la Dottrina della Fede che ha ribadito il no alla benedizione delle coppie gay. “Se non posso benedire le coppie formate da persone dello stesso sesso, allora non benedico neppure palme e ramoscelli d’olivo”, è la posizione di don Giulio espressa durante l’omelia della messa della Domenica delle Palme, che apre la settimana santa per i cristiani. 

La benedizione delle Palme, ha ricordato don Giulio, è "collegata alla processione in ricordo dell'ingresso trionfale di Gesù a Gerusalemme. Non potendo fare tale processione, a motivo delle norme anti-Covid, personalmente ritengo non abbia allora senso benedire le Palme. Ma sono poi estremamente contento - ha aggiunto - che questa mia decisione di non benedire le Palme e gli ulivi avvenga a pochi giorni dalla pubblicazione del documento della Congregazione per la dottrina della fede". Il sacerdote ha confermato che si è aggiunta quindi, nella non benedizione delle Palme, "una forma di protesta attraverso la quale manifestare il mio ritenere assurdo tale divieto ribadito dalla Congregazione per la dottrina della fede”. 

“Nella chiesa si benedice di tutto, non solo le Palme ma a volte, purtroppo, sono state benedette anche le armi, però non si può benedire l'amore vero e sincero di due persone perché omosessuali. Ma, ancora più grave, è il fatto che si continui a chiamare ‘peccato’ questo loro amore. A rimetterci - ha concluso - non sono certo le persone omosessuali, le quali possono tranquillamente fare a meno della benedizione della Chiesa, perché intanto c'è Dio a benedirle. A rimetterci è piuttosto la Chiesa".

Le polemiche su don Giulio Mignani 

Già in passato il parco di Bonassola si era schierato più volte a favore delle famiglie arcobaleno. Qualche anno fa don Giulio si era espresso a favore delle unioni civili tra omosessuali e aveva criticato lo sportello “antigender” nelle scuole della Regione Liguria, attirandosi non poche critiche, tra cui quelle di Fratelli d’Italia che tramite l’esponente locale Alessandro Rosson ne aveva chiesto addirittura la scomunica. Per Matteo Rosso di Fratelli d’Italia, lo sportello voleva essere aperto “a segnalazioni e richieste di supporto da parte dei comitati di genitori per denunciare episodi prevalentemente in ambiente scolastico di bullismo, razzismo, vandalismo, droga ma anche di promozione delle teorie gender”, mentre opposizioni e associazioni si erano scagliate contro la proposta. 

Don Giulio aveva firmato una petizione del coordinamento Rainbow contro lo sportello e aveva spiegato in una chat su WhatsApp di averlo fatto perché “perché è importante che la scuola educhi al rispetto delle differenze e che contrasti con forza l’omofobia a partire dai più piccoli” e per evitare il rischio di una “una caccia alle streghe” e “per il ri-conoscimento delle diverse forme di amore”. 

Il vescovo di La Spezia, Luigi Ernesto Pelletti, aveva espresso “sconcerto e meraviglia” per le posizioni di don Giulio, ricordando l’esortazione Amoris Laetitia di Papa Francesco nella quale veniva sottolineato come matrimonio e “unioni tra persone omosessuali” non potessero essere equiparati. Durante la messa domenicale, i fedeli si erano stretti intorno a don Giulio, riempiendo la chiesa per fargli sentire la loro vicinanza. “Le idee, quando sono giuste, meritano di vincere anche qualora fossero in pochi a sostenerle”, aveva detto don Giulio, commosso dalla grande partecipazione dei suoi parrocchiani. 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La protesta di don Giulio: “Se non posso benedire le coppie gay, non benedico neppure le palme”

Today è in caricamento