rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Cronaca Napoli

Scrisse "Forza Vesuvio" su Facebook: consigliera leghista condannata

Donatella Galli è stata condannata a venti giorni di reclusione e ad un euro di risarcimento

NAPOLI - "Forza Etna, Forza Vesuvio, Forza Marsili", aveva scritto su Facebook nel 2015 Donatella Galli, consigliera della Lega Nord di Monza e Brianza. La donna è stata condannata, in primo grado, a venti giorni di reclusione e al pagamento della cifra simbolica di un euro di risarcimento, così come richiesto dal querelante.

A prendere la decisione il tribunale penale di Monza su richiesta dell'avvocato napoletano Angelo Pisani, in favore delle parti civili costituite: lo stesso Pisani, difeso dai colleghi avvocato Sergio Pisani e Bruno Locoratolo, e dall’Ottava Municipalità Scampia.

LEZIONE DI DIGNITA' - "C’è chi manifesta contro il presunto razzismo assaltando piazze e strade di Napoli, e poi c’è anche chi, impugnando le “armi” pacifiche del diritto e della cultura , riesce a far condannare in tribunale la leghista che aveva scritto sui social “Forza Etna” e “Forza Vesuvio...”, come faremo anche negli stadi a tutela dei valori dello sport. E’ una grande lezione di orgoglio, dignità e senso dello Stato, quella impartita ieri dal Tribunale Penale di Monza. Il giudice Elena Sechi ha infatti condannato l'esponente della Lega che nel 2015 avevamo denunciato, «perché - secondo il capo d’imputazione – propagandava idee fondate sulla superiorità razziale ed etnica degli italiani settentrionali rispetto ai meridionali e commetteva atti di discriminazione razziale ed etnica fondata sulla superiorità sopra indicata», afferma l'avvocato Angelo Pisani.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scrisse "Forza Vesuvio" su Facebook: consigliera leghista condannata

Today è in caricamento