rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca Roma

Ragazza al 4° mese di gravidanza frustata con i fili elettrici, arrestato il compagno

Seviziata e costretta a prostituirsi: dopo l'ennesimo pestaggio la giovane ha chiesto aiuto ai carabinieri che sono intervenuti nell'appartamento mettendo fine alle violenze. In manette un uomo di 33 anni

Seviziata e costretta a prostituirsi dal compagno che non ha avuto riguardi neppure della creatura che portava in grembo. È una storia atroce quella portata alla luce dai carabinieri della compagnia di Castel Gandolfo (Roma), una vicenda di degrado che nasce all'interno delle case popolari di Ciampino. 

A denunciare le violenze è stata una ragazza italiana di 23 anni, al quarto mese di gravidanza, costretta a prostituirsi dietro minaccia del suo compagno che non esitava ad aggredirla e picchiarla ogni volta che la donna si rifiutava di assecondare le sue volontà. 

Ragazza seviziata dal compagno a Ciampino: arrestato un 33enne

Quanto i carabinieri sono entrati nel loro appartamento hanno sorpreso l'uomo che stava ancora frustando la donna con alcuni fili elettrici. La giovane, dopo essere stata soccorsa, è stata subito trasportata in ospedale dove ha  ricevuto le cure mediche, mentre l'uomo, un rumeno di 33 anni, è stato arrestato con l'accusa di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e sfruttamento della prostituzione. Ora si trova rinchiuso nel carcere di Velletri in attesa del processo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazza al 4° mese di gravidanza frustata con i fili elettrici, arrestato il compagno

Today è in caricamento