Mercoledì, 28 Luglio 2021
Operazione anti hacker

Sequestrata Vpn "rifugio" dei criminali informatici

Il blitz della Polizia Postale in coordinamento con le forze dell'ordine in varie parti del mondo: DoubleVpn era ampiamente pubblicizzato sui forum underground, sia russi che anglofoni, come mezzo per consentire a operatori di ransomware e truffatori di phishing di mascherare la propria ubicazione e identità

La Polizia Postale ha sequestrato un'infrastruttura di rete Vpn, in grado di anonimizzare e cifrare le tracce informatiche, molto usata da gruppi criminali: DoubleVpn era ampiamente pubblicizzato sui forum underground, sia russi che anglofoni, come mezzo per consentire a operatori di ransomware e truffatori di phishing di mascherare la propria ubicazione e identità. Il servizio si vantava di fornire un alto livello di anonimato offrendo connessioni Vpn singole, doppie, triple e persino quadruple ai suoi clienti. DoubleVpn è stato utilizzato per compromettere reti in tutto il mondo e la sua connessione Vpn più economica costava solo 22 euro (25 dollari).

La Polizia Postale italiana ha chiuso uno dei nodi dell'infrastruttura della rete e in varie parti del mondo sono stati sequestrati i server dove DoubleVpn ospitava contenuti, mentre i relativi domini web sono stati sostituiti da una splash page con i loghi delle forze dell'ordine partecipanti.

L'operazione, condotta dalla Polizia Postale di Milano, ha coinvolto forze dell'ordine e autorità giudiziarie in Europa, Stati Uniti e Canada. Una cooperazione internazionale fondamentale per il successo di questa indagine poiché le infrastrutture critiche erano sparse in tutto il mondo. Il Centro europeo per la criminalità informatica di Europol (EC3) ha supportato l'indagine fin dall'inizio, riunendo tutti i paesi coinvolti per stabilire una strategia comune. I suoi specialisti di criminalità informatica hanno organizzato oltre 30 riunioni di coordinamento e quattro workshop per preparare la fase finale del takedown, oltre a fornire assistenza analitica e di cripto-tracing. Nel giorno dell'operazione, presso Europol è stato istituito un posto di comando virtuale per garantire un coordinamento continuo tra tutte le autorità coinvolte nell'operazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrata Vpn "rifugio" dei criminali informatici

Today è in caricamento