Venerdì, 5 Marzo 2021

Morto Duccio, travolto dopo un folle inseguimento. A Firenze sarà lutto cittadino

E' stato dichiarato morto Duccio Dini, 29 anni, investito ieri da una delle auto coinvolte in un inseguimento in via Canova a Firenze causato da una lite familiare

E' stato dichiarato morto Duccio Dini, 29 anni, investito ieri da una delle auto coinvolte in un inseguimento in via Canova a Firenze causato da una lite familiare tra due nuclei rom di nazionalità macedone. Il giovane, che era bordo di uno scooter, era stato portato al pronto soccorso di Careggi in condizioni disperate per le gravi ferite riportate ed era stato ricoverato in terapia intensiva.

A mezzogiorno di oggi si è riunita la commissione medica dell'ospedale di Careggi con la quale è iniziato l'accertamento di morte encefalica. La famiglia ha dato il consenso alla donazione degli organi. All'espianto parteciperà anche un medico legale incaricato dalla Procura. La notizia è stata confermata con un post dal sindaco Dario Nardella, che ha annunciato il lutto cittadino.

"Duccio non ce l’ha fatta. La sua battaglia per la vita è finita tra le braccia della sua splendida famiglia e degli amici. A loro va il profondo cordoglio di tutta Firenze. Per questo ho deciso di proclamare il lutto cittadino, per Duccio, come ho appena comunicato ai suoi genitori, che ringrazio anche per la decisione di donare gli organi, un bellissimo gesto di amore e di altruismo", ha scritto Nardella intorno alle 19 di oggi.

“Noi non lasceremo mai sola la sua famiglia e non permetteremo che qualcuno usi il loro dolore per scatenare una catena di violenza e di odio. Continuiamo ad andare avanti su ciò che abbiamo sempre detto: non vendetta, ma giustizia e legalità. Non la gogna, ma la certezza della pena. Perché la vendetta e la violenza non ci restituiranno Duccio. La legalità non ha colore politico e i fiorentini hanno diritto a vivere con libertà e tranquillità.

Lo spirito solidale di Firenze può vivere solo dentro le regole, senza alcuna distinzione per nessuno. Se il Governo vorrà aiutare la nostra città, parta da una concreta collaborazione, metta più forze dell’ordine e più strumenti per la sicurezza della comunità. Duccio su Facebook – conclude Nardella -, aveva una bellissima foto con scritto 'Viva la vida', credo non ci sia frase più bella per unirci insieme nel suo ricordo. Ciao Duccio”.

La notizia su FirenczeToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto Duccio, travolto dopo un folle inseguimento. A Firenze sarà lutto cittadino

Today è in caricamento