rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Cronaca Padova

Edoardo morto dopo l'allenamento di boxe, ipotesi colpo fatale alla testa

Non si esclude che il ragazzo abbia ricevuto un pugno che gli ha provocato un'emorragia interna. Disposta l'autopsia

Sarà l'autopsia a chiarire cosa ha ucciso Edoardo Zattin, il 18enne di Este morto venerdì nel reparto di Terapia intensiva dell'ospedale di Padova dopo aver perso improvvisamente conoscenza nella serata di mercoledì 22 dopo un allenamento di boxe in palestra. L'ipotesi del malore improvviso, come spiega PadovaOggi, non convince. Non si esclude che il ragazzo abbia, nel corso dell'allenamento, ricevuto un colpo che si è poi rivelato fatale.

Mercoledì sera Zattin era in palestra per un allenamento con la società sportiva Iron Dojo Team. Dopo essersi sfidato col suo sparring partner (il pugile che aiuta l'altro nel training)è sceso dal ring e si è soffiato il naso, poi è caduto per terra. I sanitari del 118 lo hanno soccorso e portato all'ospedale di Padova dove il diciottenne è stato sottoposto a un delicato intervento neurochirurgico ma venerdì pomeriggio è morto. 

Secondo quanto riportato dalla stampa locale, il fattore scatenante potrebbe essere stato un pugno ricevuto tra l'osso temporale e quello parietale, che avrebbe causato la rottura di un vaso e la conseguente emorragia cerebrale. Intanto è stata aperta un'inchiesta al momento senza indagati.

Tutte le notizie su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edoardo morto dopo l'allenamento di boxe, ipotesi colpo fatale alla testa

Today è in caricamento