Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca Verbano-Cusio-Ossola

"Eitan ha aperto gli occhi"

Migliorano le condizioni del bimbo di 5 anni, unico sopravvissuto del disastro sul Mottarone in cui hanno perso la vita i genitori, il fratello e i bisnonni

Eitan, il bambino di 5 anni sopravvissuto alla tragedia del Mottarone (nella notte tre persone sono state fermate), ha riaperto gli occhi. "Il risveglio sta proseguendo e poco fa è stato estubato", dice il direttore generale della Città della Salute di Torino, Giovanni La Valle: "Eitan ha aperto gli occhi e ha trovato il viso conosciuto della zia. Sono vicini in questo momento". La prognosi è ancora riservata.

"Eitan ha aperto gli occhi e ha trovato il viso conosciuto della zia"

E' l'unico sopravvissuto della tragedia del Mottarone: "Il bimbo, ricoverato all’ospedale Regina Margherita, alle 10,45  è stato estubato e ha ripreso per un momento conoscenza. Essendo ancora sedato dai farmaci non è ancora cosciente”. Accanto a lui ci sono anche l’equipe medica della rianimazione e gli psicologi. "La notte è passata bene e conferma la stabilità del bambino - chiariscono -. Nonostante le condizioni critiche abbiamo potuto estubarlo. Aspettiamo che si possa risvegliare nelle prossime ore. È il momento più delicato". Si procederà con la riduzione della terapia farmacologica, la risposta è stata da ieri positiva con "colpi di tosse, piccoli movimenti e alcuni momenti di respiro spontaneo".Il piccolo domenica, dopo l’arrivo in ospedale dal Mottarone, era stato sottoposto a una lunga operazione durata 5 ore. Si è salvato probabilmente perché l'abbraccio del padre ha attutito l'impatto, in qualche modo lo ha protetto.

I feretri dei suoi cari verso Israele

I feretri della famiglia israeliana morta nell'incidente della funivia precipitata a Mottarone sono stati trasportati verso Malpensa dall'ospedale Castelli. I funerali delle famiglie israeliane Biran e Cohen, vittime dell'incidente di ieri vicino al lago Maggiore, si celebreranno in Israele. Le 5 vittime di origini israeliane del crollo della funivia Mottarone-Stresa sono Amit Biran, Tal Peleg, il figlio di due anni Tom e i nonni della donna, Barbara Konisky Cohen e Itshak Cohen. Un volo di Stato raggiungeranno Israele, dove si svolgeranno i funerali. Resta in Italia ricoverato a Torino l'unico sopravvissuto della tragedia, il piccolo Eitan.

Funivia Stresa-Mottarone: "Hanno manomesso il freno d'emergenza per evitare un blocco, un comportamento sconcertante"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Eitan ha aperto gli occhi"

Today è in caricamento