rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Femminicidi / Brescia

Elena Casanova, uccisa a martellate dall'ex compagno Ezio Galesi: "Lui la tormentava"

Femminicidio a Castegnato (Brescia). Lui la stava aspettando sotto casa. E' stata attaccata ferocemente. Per la donna non c'è stato niente da fare

Elena Casanova aveva 49 anni. Ezio Galesi, suo ex compagno, l'ha uccisa a Castegnato (Brescia). Secondo la prima ricostruzione, lui la stava aspettando sotto casa. Per la donna non c'è stato niente da fare. La pattuglia dei carabinieri arrivata sul posto dopo una segnalazione ha arrestato l'uomo, che aveva ancora il martello in mano. Elena Casanova lascia una 17enne avuta da un precedente matrimonio. La difficile relazione con Ezio Galesi, di dieci anni più grande, era terminata da circa un anno. Ma l’uomo le dava il tormento, l’accusava di avere una nuova relazione, la tempestava di messaggi. Le aveva anche bucato le gomme dell'auto secondo quanto riportano oggi i quotidiani. Da allora ci sarebbero stati alcuni segnali, racconta BresciaToday, ma impossibile pensare fossero inequivocabili. Tra questi, una volta, le gomme dell'auto bucate: e poi una scritta sul muro, anzi su più muri, “Goditi 1.000 euro”, ovvero il presunto corrispettivo di lavoretti in casa che l'assassino avrebbe fatto gratuitamente.

Quando ieri il buio è sceso sul paese a pochi chilometri a ovest di Brescia, poco dopo le sette di sera, si è appostato a qualche metro dalla villetta a schiera, in una tranquilla zona di periferia, con le campagne poco più in là. 

Femminicidio a Castegnato (Brescia): uccisa Elena Casanova

Galesi è sbucato fuori quando l’auto di Elena Casanova si è fermata davanti al vialetto d’ingresso. Con il martello ha spaccato il finestrino lato guida, poi ha colpito Elena Casanova alla testa, più volte, non lasciandole scampo. La vittima non ha avuto nemmeno il tempo di reagire. Sono stati i vicini di casa i primi ad accorrere. "Chiamate i carabinieri - avrebbe detto loro Galesi in dialetto - l’ho uccisa a martellate".  "Ho sentito urlare, mi sono affacciato, ma era troppo tardi", racconta un vicino sotto choc. Sul posto sono state subito inviate un'ambulanza e un'auto medica, ma per la donna non c'era già più nulla da fare. Elena Casanova era una appassionata d’arte, di animali e di storia, conosciuta in zona perché impegnata in campagne ambientaliste a livello locale. Lavorava all’Iveco di Brescia. Ezio Galesi ha due figli e un matrimonio alle spalle.

elena casanova - ezio galesi-2-2

"Galesi era lì, fermo immobile, fumava una sigaretta e aspettava"

Prima dell'arrivo delle forze dell’ordine però, ed è incredibile scrive il Corriere della Sera, dal punto teatro del massacro è passato anche Marco, ex marito di Elena: è l’unica strada per raggiungere casa sua, poco lontano. In auto con lui, piadine appena comprate alla mano, c’è anche la figlia Alice. "L’ho visto con le braccia conserte davanti a Elena, era lì, fermo immobile, fumava una sigaretta e aspettava. Ho capito fosse successo qualcosa, ho avuto paura e in quel momento ho pensato solo a portare via mia figlia da lì e allontanarmi…". È tornato sul posto poco dopo con il fratello di Elena. Ezio Galesi a tarda sera è stato poi portato in caserma per essere interrogato.

elena casanova-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elena Casanova, uccisa a martellate dall'ex compagno Ezio Galesi: "Lui la tormentava"

Today è in caricamento