Lunedì, 12 Aprile 2021
Roma

Emanuela Orlandi, sit in a Roma a 36 anni dalla scomparsa: "Chi tace è complice"

La verità è lontana, la volontà di andare avanti fino alla fine immutata. Per "rompere il silenzio", a 36 anni dalla scomparsa sabato prossimo con un sit in a piazza Apollinare a Roma la famiglia di Emanuela Orlandi tornerà a chiedere giustizia

Quello che è accaduto in quel giorno di inizio estate di tanti anni fa a Roma è ancora un mistero. Non si arrendono, non si sono mai arresi i familiari di Emanuela Orlandi. La verità è lontana, la volontà di andare avanti fino alla fine immutata. 'Chi tace è complice'. A 36 anni dalla scomparsa sabato prossimo con un sit in a piazza Apollinare a Roma la famiglia di Emanuela Orlandi tornerà a  chiedere giustizia. Era il 22 giugno 1983. Emanuela, cittadina vaticana, figlia di un commesso della Prefettura della Casa Pontificia, scomparve in circostanze misteriose all'età di 15 anni.

Emanuela Orlandi, sit in a piazza Apollinare a Roma

"Sabato ci ritroveremo dalle 17.30 a piazza Santa Apollinare, dove Emanuela è stata vista l'ultima volta, per chiedere e pretendere giustizia, chi sa deve parlare e rompere il silenzio. Un silenzio - dice oggi Pietro Orlandi all'Adnkronos - che perdura anche dopo la notizia dell'apertura di un'indagine vaticana sulla scomparsa di mia sorella. Ho chiesto di essere sentito ma non sono stato ancora convocato. Siamo ancora in attesa di un segnale".

"Mi auguro che nonostante il silenzio l'indagine e il loro lavoro stia andando avanti - dice ancora Pietro Orlandi - E' nell'interesse di tutti, anche del Vaticano e non solo della mia famiglia far emergere la verità per chiarire quella che resta una scomparsa senza un perché.  Finché questo non avverrà le ombre resteranno".

Il giorno della scomparsa, Emanuela era uscita da una lezione di musica alle 19, dopodiché telefonò a casa, dove parlò con una delle sorelle riguardo a una proposta di lavoro che avrebbe ricevuto da un uomo per un lavoro di poche ore come promotrice di prodotti cosmetici. La sorella le suggerì di tornare quanto prima a casa per parlarne con la madre. Da allora, tante voci, tanti sospetti, ma nessuna certezza.

Alla scomparsa di Emanuela molte inchieste giornalisitche collegarono la quasi contemporanea sparizione di un'altra adolescente romana, Mirella Gregori, scomparsa il 7 maggio 1983 e mai più ritrovata: anche il caso Gregori rimane a tutt'oggi un giallo irrisolto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Emanuela Orlandi, il muro del Vaticano si sta sbriciolando: "Inutile continuare a negare"

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emanuela Orlandi, sit in a Roma a 36 anni dalla scomparsa: "Chi tace è complice"

Today è in caricamento