rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Cronaca Frosinone

Delitto di Alatri, c'è un terzo fermato per la morte di Emanuele Morganti

Si tratta del giovane Michel Fortuna. Potrebbe essere la persona indicata da due testimoni come "Michel l'albanese"

C'è un terzo fermato per l'omicidio di Emanuele Morganti, il ragazzo morto dopo essere stato pestato nella piazza di Alatri lo scorso 26 marzo. Dopo Mario Castagnacci e Paolo Palmisani, in carcere dal 27 marzo, la Procura di Frosinone ha fermato Michel Fortuna, 24 anni. Il decreto di fermo è stato reso necessario alla luce della "rilevantissima pericolosità" del 24enne, che avrebbe avuto un ruolo attivo nelle fasi dell'aggressione di Morganti, e in considerazione del fatto che il fermato potesse darsi alla fuga o inquinare le prove. 

Sono quindi otto gli indagati al momento (oltre a Fortuna, Palmisani e Castagnacci, sono iscritti nel registro anche il padre di quest'ultimo, Mario, e i quattro buttafuori del Mirò Music Club) e sono tutti accusati di omicidio volontario aggravati da futili motivi. Secondo quanto scrive l'Ansa, per l'accusa di quattro buttafuori del locale, Manuel Capocetta, Damiano Bruni, Pjetri Xhemal e Michael Ciotoli, avrebbero pesato Emanuele sia dentro sia fuori dal Mirò, usando anche un manganello.

Fortuna sarebbe la persona indicata da due testimoni come "Michel l'albanese", che avrebbe a sua volta preso parte alla caccia all'uomo, come scrive Il Messaggero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delitto di Alatri, c'è un terzo fermato per la morte di Emanuele Morganti

Today è in caricamento