Giovedì, 15 Aprile 2021

Emilio Fede arrestato mentre festeggia il suo compleanno con la moglie a cena

Emilio Fede è stato arrestato per evasione mentre stava cenando con la moglie in un ristorante del lungomare di via Partenope a Napoli

Emilio Fede, foto Ansa

Il giornalista Emilio Fede è stato arrestato lunedì sera a Napoli con l'accusa di evasione dagli arresti domiciliari. A darne notizia è il quotidiano napoletano "Il Roma", che riporta come l'ex direttore del Tg4 fosse a cena con la moglie Diana De Feo sul lungomare partenopeo per festeggiare il suo 89esimo compleanno quando alcuni carabinieri in borghese lo hanno avvicinato notificandogli il provvedimento del magistrato di Milano.

Emilio Fede arrestato per evasione dai domiciliari

Emilio Fede, condannato in via definitiva a quattro anni e sette mesi nell'ambito del processo Ruby Bis, ha scontato sette mesi di arresti domiciliari e deve completare la pena con quattro anni di servizi sociali, ma sarebbe partito da Milano in direzione Napoli senza attendere - secondo l'accusa - l'autorizzazione del giudice del tribunale di sorveglianza milanese. Fede si sarebbe messo in viaggio verso Napoli dopo aver informato i carabinieri di Segrate, ma partendo prima di aver ricevuto il via libera: questa l'accusa nei confronti dell'ex direttore del Tg4. 

Sempre secondo quanto riportato dal quotidiano "Il Roma", Fede è stato scortato in albergo e gli è stato intimato di non lasciare la struttura fino alla decisione del magistrato di sorveglianza che dovrebbe arrivare in mattinata. Il viaggio programmato da Emilio Fede prevedeva un rientro a Milano per giovedì prossimo, dopo i festeggiamenti per il suo 89esimo compleanno. Ora saranno i giudici del tribunale di sorveglianza a valutare se questo suo spostamento sia da ritenere legittimo, oppure sia stata una violazione del regime degli arresti domiciliari.

Queste le prime parole di Emilio Fede: "Il mio arresto? E' stata una cosa terrorizzante. Compivo gli anni e da Milano, con i domiciliari finiti, sono partito per trascorrere due giorni con mia moglie. Siamo andati al ristorante a mangiare una pizza io e lei, e lì sono arrivati i carabinieri, notificandomi gli arresti per il reato di evasione". Questo il racconto del giornalista: "Mi viene contestato di essere partito da Milano quando non c'era ancora la firma sui servizi sociali. Sono stato accompagnato in albergo e ora non posso nemmeno affacciarmi alla finestra. Io sono claustrofobico, sono stato operato alle vertebre e non posso camminare da solo, devo essere accompagnato e con il bastone. E' stato un arresto davanti a tutti, sono terrorizzato che si possa prendere un essere umano, non Emilio Fede, e arrestarlo così".

Emilio Fede, permesso negato per far visita a moglie e figlia: “Scriverò a Mattarella”

Emilio Fede già da tempo era stato "autorizzato" a lasciare il proprio domicilio "per comprovate ragioni di cura" e "ha avvisato" i carabinieri della sua intenzione di andare a Napoli per ragioni di salute. La precisazione arriva dal suo difensore, l'avvocato Salvatore Pino, convinto che l'arresto dell'ex direttore del Tg4, accusato di evasione dagli arresti domiciliari, sia in realtà scattato per questioni di "tempistica" e in particolare perché la comunicazione ai carabinieri di Segrate non sarebbe stata effettuata entro i tempi previsti.

Fede, spiega l'avvocato Pino, "è in detenzione domiciliare" dopo la condanna a 4 anni e 7 mesi di carcere incassata nel cosiddetto processo Ruby Bis. Tuttavia "ha già ottenuto la liberazione anticipata" e siccome gli restano da scontare meno 4 anni "ha già chiesto l'affidamento in prova ai servizi sociali, anche se il provvedimento non è ancora stato disposto".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emilio Fede arrestato mentre festeggia il suo compleanno con la moglie a cena

Today è in caricamento