Giovedì, 21 Ottobre 2021
Inchiesta a Potenza

Enrico Laghi, l'ex commissario Ilva ai domiciliari per corruzione

L'arresto è arrivato su ordine della Procura di Potenza, sequestrati anche 270mila euro: ''Corruzione per incarichi e vantaggi processuali''

L'ex commissario dell'Ilva in amministrazione straordinaria Enrico Laghi è stato arrestato posto ai domiciliari con l'accusa di corruzione in atti giudiziari, in un filone dell'inchiesta della Procura di Potenza. La squadra mobile della Questura di Potenza e la Guardia di finanza, su indicazione del Tribunale di Potenza, hanno anche eseguito il sequestro preventivo di 270mila euro. La misura cautelare è un ulteriore sviluppo delle indagini svolte dalla Procura di Potenza nel procedimento penale che a giugno aveva portato agli arresti dell'avvocato Pietro Amara, dell'ex procuratore capo di Trani e Taranto Carlo Maria Capristo, di Nicola Nicoletti, Filippo Paradiso e Giacomo Ragno.

La Procura di Potenza: ''Corruzione per incarichi e vantaggi processuali''

Scambi di favori, utilità e vantaggi processuali sono al centro dell'ulteriore sviluppo della Procura di Potenza sull'ex Ilva di Taranto e sulla Procura jonica, durante la guida dell'ex procuratore capo Carlo Maria Capristo, che oggi ha portato all'arresto dell'ex commissario Ilva Enrico Laghi, accusato di concorso in corruzione in atti giudiziari e posto ai domiciliari. Secondo la Procura, una volta ottenuta la nomina a procuratore di Taranto, Capristo (ora in pensione) ''si rendeva promotore di un approccio dell'ufficio certamente più aperto, dialogante e favorevole alle esigenze dell'Ilva in amministrazione straordinaria (Ilva in AS) e, quindi, della politica aziendale, giudiziaria ed economica praticata e voluta da Enrico Laghi''. Così il procuratore capo di Potenza, Francesco Curcio, nell'atto di accusa nei confronti dell'ex commissario straordinario Enrico Laghi (dal 2015 al 2018). '

'Così - sostiene ancora la Procura - per un verso, rafforzava il prestigio professionale e la capacità di Enrico Laghi di essere considerato negli ambienti governativi ed economici, manager capace di risolvere le situazioni più complesse; per altro verso, rafforzava nell'amministrazione straordinaria di Ilva, e in particolare, nel Laghi Enrico, il convincimento che Amara e Nicoletti, nelle loro vesti di legale il primo e consulente 'factotum' della Amministrazione Straordinaria il secondo, potessero più agevolmente di altri professionisti interloquire con la Procura di Taranto, consentendo al Nicoletti di consolidare il suo rapporto fiduciario con i commissari di Ilva in AS ed ampliare in futuro il loro ruolo all'interno di tale azienda''. ''Così il Capristo - prosegue ancora - a fronte della garanzia di una gestione dei numerosi procedimenti ed indagini in cui era coinvolta Ilva in As (sia come persona giuridica che in persona dei suoi dirigenti) complessivamente favorevole a tale azienda ed ai suoi dirigenti, otteneva in cambio, da Laghi e Nicoletti favori materiali quali lucrosi incarichi ad amici del Capristo, segnatamente all'avvocato Giacomo Ragno'', ritenuto ''sodale'' di Capristo.

Da Alitalia a Air Italy: chi è Enrico Laghi

Presidente del Cda di Studio Laghi; consigliere di amministrazione e presidente del Cda di Edizione, amministratore di MilanoSesto; liquidatore di Lkts e delle società del gruppo ex Ktesios; liquidatore di Air Italy. Sono numerosi gli impegni attuali e passati di Enrico Laghi, classe '69, che oggi è agli arresti domiciliari nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Potenza sull'ex Ilva.

Professore ordinario di economia aziendale presso l'Università di Roma Sapienza, Laghi è stato nel passato componente del cda o del collegio sindacale di numerose società anche quotate presso la Borsa Italiana, tra le quali: Acea, Pirelli & C, Gruppo Editoriale L'Espresso, Beni Stabili, Unicredit, Banca Finnat, Nomura Sim, Tim, Finsiel, Rai Cinema, RaiSat, RaiNet, Cofiri F&L, Fendi, Fiorucci. Per la sua specializzazione nel regime dell'amministrazione straordinaria ha assunto una lunga serie di incarichi da commissario straordinario: in particolare all'Ilva e all'Alitalia. E' stato anche componente del Comitato di Sorveglianza di Tirrenia Società di Navigazione S.p.A. in A.s ed è stato Commissario Giudiziale delle procedure di concordato preventivo n. 12/ 2013 e 13/2013 Seat Pagine Gialle e Seat Pagine Gialle Italia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enrico Laghi, l'ex commissario Ilva ai domiciliari per corruzione

Today è in caricamento