Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca Cuneo

"Erica investita e uccisa dall'auto del fidanzato: fu omicidio e non incidente"

Secondo le perizie, Erica Beccaria sarebbe stata investita deliberatamente e non è stata, come si era creduto in un primo momento, sbalzata fuori dall'auto dopo un incidente

Erica Beccaria non sarebbe morta in un incidente stradale ma sarebbe stata uccisa deliberatamente. E' questa l'ipotesi su cui sta indagando la Procura per fare luce sul caso della donna, morta la sera del 19 settembre 2017 a San Michele Mondovì. Il fidanzato Claude Laurent Silvano, 35 anni, risulta ora indagato per "omicidio volontario". 

La sera del 19 settembre 2017, la Bmw guidata da Silvano finì fuori strada lungo la statale 28. Il corpo di Erica fu ritrovato a metri di distanza dall'auto e si ipotizzò fosse stato sbalzato fuori in seguito all'urto. Silvano invece fu trasportato in elicottero all'ospedale di Cuneo, dove ha subito due interventi. Risultò positivo all'alcol test, con un tasso alcolemico superiore ai limiti consentiti per legge. Poi scattò l'indagine per omicidio colposo. 

La prima ricostruzione della morte di Erica aveva però suscitato da subito forti dubbi. Le telecamere di sicurezza hanno ripreso la donna mentre poco prima camminava con il cane lungo la strada, mentre alcuni testimoni hanno riferito di aver visto Erica e Claude salire insieme sulla Bmw, con la Beccaria al posto di guida. I capelli della vittima sono stati poi ritrovati sul parabrezza, che però non appariva completamente sfondato. Secondo le nuove ipotesi in seguito ai risultati di perizie e autopsia, Erica sarebbe stata investita volontariamente. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Erica investita e uccisa dall'auto del fidanzato: fu omicidio e non incidente"
Today è in caricamento