Domenica, 18 Aprile 2021

"Sesso in cambio di esami": sospeso un docente, indagati studenti "complici"

Il professore avrebbe chiesto prestazioni sessuali ad alcuni allievi in cambio della promozione all'esame. Alcuni studenti hanno rifiutato, altri si sarebbero resi complici

L'Università Federico II di Napoli

Sospeso per 9 mesi dall'insegnamento un docente universitario che, secondo le accuse, avrebbe richiesto prestazioni sessuali ai propri studenti in cambio di una promozione agli esami. I fatti ipotizzati dalle indagini della Procura di Napoli si riferirebbero ad un lungo periodo che va dalla primavera del 2019 risale fino alle prime settimane del 2020. Ai danni di Angelo Scala - professore di diritto processuale civile all'Università Federico II di Napoli - la procura di Napoli ipotizza diversi reati tra cui corruzione, concussione e falso.

Sempre secondo le accuse, gli esami alla fine risultavano solo "formalmente svolti nell'università" anche se in alcuni casi non erano stati sostenuti in quel luogo o addirittura non erano stati sostenuti affatto. Agli atti dell'inchiesta risultano pertanto indagati anche alcuni studenti che avrebbero volontariamente aderito all'accordo illecito. Tra i reati contestati infatti non figura quello di violenza sessuale poiché tutti i rapporti sarebbero stati consenzienti. Tra gli studenti protagonisti della vicenda figurano sia indagati per concorso nei reati che persone offese. La procura ha definito “spregiudicati” gli atteggiamenti di alcuni di loro che si sono resi complici del docente in cambio della promozione. In altri casi, invece, hanno rifiutato le proposte oscene messe in atto dal docente.

Il gip del Tribunale di Napoli ha disposto nei confronti del docente la misura cautelare interdittiva della sospensione dall'esercizio del pubblico ufficio di docente universitario, prefigurando il pericolo della reiterazione del reato. L'indagine condotta dai sostituti procuratori John Henry Woodcock e Raffaello Falcone è partita per caso, a seguito di un'altra indagine portata avanti dalla Guardia di Finanza all'interno dell'ambito accademico. Nessuno degli studenti ha infatti sporto denuncia contro il docente. Invece i militari, grazie a intercettazioni telefoniche e pedinamenti, sono riusciti a scoprire queste condotte illecite permettendo alla procura di aprire un fascicolo separato. Tutti gli esami sostenuti con questa modalità rischiano ora l'annullamento con gravi ripercussioni sulla carriera universitaria degli studenti coinvolti.

L'uomo, docente anche alla Giustino Fortunato di Benevento, è stato ascoltato dai magistrati e ha negato qualsiasi addebito. La Procura non ha ancora concluso le indagini. Nessun altro docente è indagato.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sesso in cambio di esami": sospeso un docente, indagati studenti "complici"

Today è in caricamento