rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Agrigento

Esplode tubo del metanodotto, crollano 4 palazzine: inferno di fiamme a Ravanusa, corsa contro il tempo per salvare i dispersi

Trovate vive due donne, quattro le vittime accertate mentre si cercano altre 5 persone sotto le macerie. Oltre 150 gli sfollati, danneggiato gravemente un intero isolato

Una palazzina di 4 piani è crollata nella serata di sabato 11 dicembre 2021 in via Galileo Galilei a Ravanusa, in provincia di Agrigento. Altri tre edifici sono stati parzialmente sventrati: un vero e proprio inferno di fiamme e calcinacci quello che si sono trovati ad affrontare i primi soccorritori accorsi sul luogo della tragedia originata da una esplosione di gas che ha danneggiato gravemente un intero isolato. La forza dell'onda d'urto ha interesato un'area di diecimila metri quadrati.

Ravanusa, un testimone: "Odore di gas nei giorni prima dell'esplosione, noi vivi per miracolo"

Aggiornamento ore 18:00 - Nella notte sono state estratte vive dalle macerie due anziane, Giuseppa Montana e Rosa Carmina, 89 anni. Recuperati i corpi senza vita di due uomini e una donna: Pietro Carmina, Maria Crescenza "Enza" Zagarrio e Calogera Gioachina "Liliana" Minacori. Restano disperse 6 persone: Angelo Carmina, Giuseppe Carmina e Selene Pagliarello; Giuseppe Carmina e il padre Calogero Carmina che vivevano al quarto piano; Carmela Scibetta che viveva nella casa attiuga. Quattro gli immobili coinvolti dall'esplosione,150 gli sfollati.

Ravanusa, chi sono le vittime dell'esplosione 

A causare il crollo sarebbe stata l'esplosione di un tratto del metanodotto cittadino: lo scoppio ha inoltre coinvolto diversi edifici. Si parla, ma al momento non vi è alcuna certezza, di almeno tre stabili tra le vie della Pace, Galilei, Trilussa e Nuoro. Un intero blocco di abitazioni sarebbe stato pesantemente danneggiato dalla detonazione dovuta forse, ma si tratta ancora di ipotesi, ad una perdita di metano.

L'area del crollo di Ravanusa-2-2

Sul posto, dove stanno continuando a lavorare incessantemente i vigili del fuoco, si sono recati fin da subito diversi cittadini, parenti di famiglie che risiedevano nella zona del crollo che sostengono di non riuscire a mettersi in contatto con i loro familiari. Sotto le macerie potrebbero essere diverse le persone intrappolate. Secondo quanto appreso da AgrigentoNotizie sarebbero dodici le persone al momento considerate disperse, tra queste anche tre bambini e una donna incinta che viveva con il compagno in uno dei dieci appartamenti della palazzina crollata.

I vigili del fuoco di Agrigento, Licata e Canicattì stanno tentando di domare le fiamme: solo dopo che sarà fermato il rogo, al momento violentissimo, si potrà provare ad attivare una misura di recupero e soccorso nei confronti delle persone che potrebbero trovarsi sotto le macerie. 

edificio crollato ravanusa-2

Il procuratore capo di Agrigento Luigi Patronaggio ha spiegato che verrà aperto un fascicolo di inchiesta da parte della Procura: "Questo è il momento dei soccorsi. Domattina, quando interverrà la squadra speciale dei vigili del fuoco da Palermo, interverrà anche la Procura. Al momento abbiamo notizie di dispersi, dobbiamo aspettare e capire" ha spiegato a Agrigentonotizie.

Con una diretta dal luogo della tragedia il sindaco Carmelo D'Angelo ha lanciato un appello: "È successa una catastrofe. Abbiamo bisogno di autobotti e mezzi meccanici, chiunque abbia mezzi venga a dare una mano".

Ravanusa, l'esplosione devasta un intero isolato: il video

Il racconto dei soccorritori: "Sembra Beirut". Le ultime notizie da Agrigento

esplosione ravanusa combo-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplode tubo del metanodotto, crollano 4 palazzine: inferno di fiamme a Ravanusa, corsa contro il tempo per salvare i dispersi

Today è in caricamento