Martedì, 28 Settembre 2021
Brindisi

Brindisi, due esplosioni davanti a scuola: morta una ragazza

A perdere la vita Melissa Bassi, 16enne. Il bilancio conta inoltre 7 feriti, uno dei quali in gravi condizioni. Due ordigni sono stati posizionati in un cassonetto a pochi metri dall'istituto Morvillo Falcone, a ridosso del tribunale. L'esplosione alle 7.45, mentre i ragazzi entravano a scuola

Una ragazza è morta. Sette suoi compagni di scuola sono rimasti feriti: una è in sala operatoria in condizioni gravissime. E' questo il tragico risultato due esplosioni davanti a una scuola superiore di Brindisi, l'Istituto professionale Morvillo Falcone.

La dinamica - Gli ordigni sono stati posizionati in un cassonetto della differenziata, a pochi metri dall'istituto, che sorge a poca distanza dal tribunale di Brindisi. L'esplosione intorno alle 7,45, proprio mentre i ragazzi stavano entrando a scuola. Le schegge prodotte dall'esplosione sono state rinvenute fino a duecento metri di distanza, ed hanno addirittura scardinato una saracinesca dalla parte opposta del vialone che divide la scuola dal tribunale, che è stato evacuato.

A rendere nota la notizia del decesso della 16enne Melissa Bassi è stato  l'assessore regionale alla Protezione civile, Fabiano Amati, che ha dato il via alle operazioni di soccorso. L'edificio è stato fatto sgomberare, la zona è stata transennata e gli inquirenti, agenti Digos e Carabinieri, sono al lavoro per i rilievi. 

Matrice mafiosa - Il neo sindaco di Brindisi, Mimmo Consales, ha ricondotto senza mezzi termini la paternità dell'omicidio alla criminalità organizzata. Alcune tragiche coincidenze sembrano deporre in tal senso: l'attentato arriva a quattro giorni dal ventesimo anniversario della strage di Capaci, nella quale morirono Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta.

Proprio oggi, nel capoluogo messapico, è attesa la carovana antimafia promossa da Libera, Arci, Avviso Pubblico in collaborazione con Cgil, Cisl, Uil. Naturalmente, però non si escludono altre piste, tra cui quella terroristica. Gli investigatori stanno setacciando il luogo dell'attentato in cerca di tutti gli elementi utili.

I NOMI DEI FERITI - Ecco i nomi delle giovani rimaste ferite: Vanessa Capodieci, 19 anni, di Mesagne, la sorella Veronica di 15 anni, Selena Greco 16 anni e Alessandra Gigliola 19 anni, anche loro di Mesagne. E un’altra ragazza di San Pietro Vernotico, Sabrina Ribezzi 18 anni

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisi, due esplosioni davanti a scuola: morta una ragazza

Today è in caricamento