rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
L'esplosione poi il crollo / Agrigento

Ravanusa, un testimone: "Odore di gas nei giorni prima dell'esplosione, noi vivi per miracolo"

La procura di Agrigento ha aperto una inchiesta per disastro colposo e omicidio colposo. Tre le vittime accertate, sei i dispersi. Estratte vive dalle macerie due anziane donne.

"Ho sentito un boato tremendo, come se fosse scoppiata una bomba o un aereo fosse precipitato sulla casa. Poi sono esplosi gli infissi. Siamo scesi subito in strada, intorno c'era fuoco ovunque, macerie. Io ero con mia moglie, i miei tre figli e i miei suoceri. Siamo vivi per miracolo". Lo racconta Calogero Bonanno un docente che vive a Palermo e che ieri sera si trovava a far visita ai suoceri nella casa accanto alla palazzina distrutta da una esplosione innescata da una fuga di gas. "Mia moglie stava allattando la bimba di 4 mesi quando abbiamo sentito lo scoppio e abbiamo pensato che l'edificio si fosse spostato - ha raccontato l'uomo tra le lacrime - subito con gli altri due miei figli, di 5 e 11 anni, siamo scesi per strada. C'erano vetri e fiamme ovunque. Tutti gli infissi scoppiati".

"Alcuni vicini - ha raccontato - ci hanno detto che nei giorni scorsi avevano sentito odore di gas. Se è vero c'è stata una negligenza imperdonabile".

"Negli ultimi sette giorni so che diversi cittadini hanno lamentato la puzza di gas nella zona che chiamiamo via delle Scuole Don Bosco in contrada Masciminici, ma nessuno è intervenuto" accusa il consigliere comunale Giuseppe Sortino. "Purtroppo non è la prima volta che si registrano fughe di gas, tamponate nel tempo con interventi di manutenzione da parte dei tecnici - aggiunge Sortino - questo è un paese vecchio, con reti idriche fatiscenti, chiediamo attenzione al governo regionale", conclude Sortino.

Il procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio, ha spiegato che si indaga "per disastro colposo e omicidio colposo". "L'ipotesi privilegiata", ha aggiunto, è quella di "una fuga di metano" che avrebbe provocato la devastazione. "Abbiamo posto sotto sequestro al termine di un primo sopralluogo un'area di 10 mila metri quadri - ha proseguito rispondendo a una domanda in riferimento a una presunta criticità nella distribuzione del gas, soprattutto dopo i danni causati dal maltempo - ma dopo un ulteriore sopralluogo potremmo decidere di mettere in sicurezza altre aree".

ravanusa palazzina crollata-2

Secondo quanto si apprende l'ipotesi seguita da chi indaga è che a determinare l'esplosione sarebbe stata una fuga di gas che ha saturato il sottosuolo, dovuta forse alla rottura di un tubo causata del maltempo. L'innesco sarebbe stato dovuto all'ascensore della palazzina. L'onda d'urto avrebbe poi coinvolto le palazzine attigue devastando l'intero isolato come si vede dalle immagini dei vigili del fuoco.

Intanto prosegue la corsa contro il tempo per trovare i dispersi: delle undici le persone coinvolte nel crollo sei sono attualmente disperse mentre dalle macerie sono state estratte tre vittime come spiegato da Elisa Vaccaro, capo di gabinetto della Prefettura di Agrigento. "Due le persone recuperate, entrambe donne".

articolo aggiornato alle 17:30 - I morti fino ad ora accertati sono Pietro Carmina, Enza Zagarro e Liliana Minacori. Estratte vive dalle macerie invece Giuseppa Montana e Rosa Carmina. 

Chi sono le vittime dell'esplosione a Ravanusa

Dei sei dispersi quattro abitavano in una delle palazzine crollate e due erano in visita. Nell'abitazione crollata, in piani diversi, c'erano una anziana donna e i tre fratelli con le rispettive mogli. In uno degli appartamenti si trovavano anche il nipote della donna e la moglie incinta di 9 mesi che erano andati a far visita ai genitori. Al momento solo due donne, l'anziana e una cognata, sono sopravvissute. Gli altri componenti della famiglia sono dispersi o deceduti. Nella palazzina attigua, pure crollata,c'era una coppia, lei assistente sociale, lui professore, entrambi dispersi.

Esplosione a Ravanusa, le ultime notizie 

Circa 150 gli evacuati, abitanti nel quartiere, che sono stati sistemati - dall'amministrazione comunale - in strutture alberghiere. Le vittime vengono portate alla vicina scuola. Ben 250 i soccorritori impegnati nell'area. L'Italgas ha subito staccato la fornitura di gas ed ha specificato che non è chiaro cosa sia accaduto. 

Esplosione a Ravanusa, le immagini del disastro

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ravanusa, un testimone: "Odore di gas nei giorni prima dell'esplosione, noi vivi per miracolo"

Today è in caricamento