Sabato, 25 Settembre 2021
CRONACA

I familiari la credono scomparsa, si è lasciata morire in Svizzera

Dramma della solitudine nel vicentino. Un'anziana, senza avvisare i familiari, è andata in Svizzera per farsi praticare l'eutanasia

VICENZA - I parenti la cercavano da giorni e ne avevano denunciato la scomparsa. Ma lei, Oriella Cazzanello, 85enne di Arzignano - nel vicentino - aveva scelto di morire perché anziana, perché sola. Così, in silenzio e senza avvisare i familiari è andata in una clinica in Svizzera dove le è stata praticata l'eutanasia. 

Dopo giorni di ansia e attesa i parenti hanno scoperto la verità solo martedì quando sono giunte per posta aerea al notaio le ceneri della donna. Con i resti dell'anziana c'era una lettera della clinica che spiegava l'accaduto. Oriella ha pagato 10mila euro per un'iniezione letale che le è stata praticata in una clinica di Basilea dopo che uno specialista l'aveva dichiarate capace di intendere e di volere. 

All'origine della scelta non vi sarebbe stata una malattia ma la solitudine, unita al peso della vecchiaia. (da VicenzaToday)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I familiari la credono scomparsa, si è lasciata morire in Svizzera

Today è in caricamento