Giovedì, 22 Aprile 2021
Roma

Evasione da film a Rebibbia: fuga con la corda calata dal muro di cinta

In corso controlli delle forze dell'ordine in alcuni campi nomadi, aeroporti e stazioni ferroviarie

La corda anti incendio utilizzata per fuggire

Si sono calati dal muro di cinta grazie a una manichetta del sistema antincendio e poi via, in fuga verso la libertà. Evasione da film a Rebibbia dove due detenuti hanno fatto perdere le loro tracce e sono ora ricercati dalle forze dell'ordine. Lil Ahmetovic, croato di 46 anni, e Davad Zucanovic 40enne nato ad Olbia erano detenuti per reati contro il patrimonio e la pubblica amministrazione.

Al momento sono in corso le ricerche presso il campo rom di via Salviati e in quello di via di Salone. Zucanovic, riferisce AdnKronos, è ricercato attivamente anche in un campo nomadi di Massa Carrara. Allertate tutte le pattuglie: controlli sono in corso negli aeroporti, nelle stazioni ferroviarie e lungo le autostrade. 

I due, ipotizza il sindacato Sappe, sarebbero stati "favoriti" dal "probabile mancato funzionamento del sistema anti-scavalcamento e dalla mancanza di sentinelle nel perimetro".

detenuti-2

"Lo avevamo detto e lo ribadiamo - ha commentato Gennarino De Fazio della UILPA, Polizia Penitenziaria nazionale - il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria è una nave che imbarca acqua in tempo di mare calmo e non è assolutamente in grado di reggere alle tempeste che ciclicamente lo investono; per questo non basta cambiare gli uomini alla plancia di comando, per quanto bravi e di spessore possano essere i nuovi Vertici, né l’ottimo equipaggio, ma è indispensabile un repentino e sostanziale cambio di rotta che deve essere impresso, in primis, dal ministro Bonafede e dal Governo Conte".

"L'episodio di questa notte evidenzia tutta la fragilità del sistema carcerario - è il primo commento del segretario generale del sindacato polizia penitenziaria Aldo Di Giacomo - abbiamo bisogno che si presti la giusta attenzione al sistema carcerario Italiano che fà acqua da tutte le parti, prima cosa lo stato deve riprendere il controllo delle carceri che al momento sono senza dubbio sotto il controllo dei delinquenti e delle organazzazioni criminali". 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evasione da film a Rebibbia: fuga con la corda calata dal muro di cinta

Today è in caricamento