Giovedì, 4 Marzo 2021
Milano

Milano, evade detenuto a rischio radicalizzazione: caccia in tutta Italia

L'uomo era ricoverato in un ospedale milanese per problemi di salute. E' riuscito ad eludere la sorveglianza di tre agenti, adesso è ricercato ovunque

Foto di repertorio

Un detenuto a rischio radicalizzazione islamica del carcere di Opera è evaso mentre si trovava in ospedale a Milano, e al momento di lui non c'è nessuna traccia. L'uomo si trovava nel penitenziario milanese per scontare una condanna per traffico internazionale di droga, ma al momento dell'episodio si trovava presso l'ospedale Fatebenefratelli, ricoverato per aver ingoiato uan lametta.

L'evaso si chiama Ben Mohamed Ayari Borhane, un tunisino di 43 anni che sarebbe dovuto rimanere in carcere fino al 2030. Si ritiene che sussista un rischio di radicalizzazione islamica per Borhane, anche se viene classificato come "livello 1", cioè basso, assegnato normalmente ai soggetti che, all'interno delle mura carcerarie, pregano e invitano altri detenuti alla preghiera.

tunisino evaso ricercato-2

Secondo quanto viene riferito, sarebbe riuscito a fuggire nonostante tre agenti lo stessero sorvegliando con la massima attenzione nel nosocomio. L'uomo infatti sarebbe un detenuto sottoposto ad un elevato livello di attenzione e sorveglianza.

E' considerato molto pericoloso per il rischio di radicalizzazione islamica. Si teme dunque che sia vicino ad ambienti estremisti. Ora il nucleo investigativo della polizia penitenziaria lo cerca in tutta Italia.

Tutti gli aggiornamenti su MilanoToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, evade detenuto a rischio radicalizzazione: caccia in tutta Italia

Today è in caricamento