Martedì, 2 Marzo 2021

In carcere per aver ucciso moglie e amante, "sposa" la nuova compagna transgender

Prima unione civile celebrata in un carcere in Piemonte. Lottario sta scontando la condanna per l'omicidio della moglie Manuela Grippo e del suo amante Antonio Pasqua nel settembre 2012 a Savigliano

Fabrizio Lottario sta scontando in carcere la condanna per l'omicidio della moglie Manuela Grippo e del suo amante Antonio Pasqua nel settembre 2012 a Savigliano. L'uomo, ex guardia giurata, 44 anni e dovrà rimanere il carcere fino al 2029. Proprio nel carcere di Ivrea ieri si è unito con cerimonia civile a un'altra detenuta, una transgender brasiliana chiamata Michelle, condannata per rapina. 

I due si sono innamorati dietro le sbarre. Trattasi della prima unione civile celebrata in un carcere in Piemonte. Presenti alla cerimonia l’avvocato dei due detenuti, Rita Puglisi, e due volontarie del carcere e del Sert, le testimoni. Il sindaco Emilio Sertoli non ha officiato "per un impegno imprevisto", lo ha fatto quindi un responsabile dell'ufficio stato civile. Dopo la cerimonia, la coppia ha tagliato una torta confezionata del bar dove Fabrizio lavora come volontario e ha brindato con una bibita.

A novembre del prossimo anno Michelle uscirà dal carcere. Fino ad allora vedrà Lottario sei ore al mese, come prevede la legge, in quanto i due vivono in sezioni separate proprio per le loro identità di genere diverse. Leggi su TorinoToday

Omicidio Avola, infermiera uccisa a coltellate: confessa l'ex fidanzato della figlia

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In carcere per aver ucciso moglie e amante, "sposa" la nuova compagna transgender

Today è in caricamento