rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
In rianimazione / Trieste

La famiglia no vax travolta dal Covid: gravi madre e figlia incinta

Il caso a Trieste. La donna è intubata e rischia di perdere il bambino

Un'intera famiglia no vax travolta dal Covid. Una donna di 45 anni, già madre e incinta tra il quinto e il sesto mese di gravidanza, è ricoverata in terapia intensiva e ora rischia di perdere il bambino a causa delle complicazioni da Covid-19. Ha una polmonite che i medici definiscono "brutale". Lei e suo marito sono no vax convinti, tanto da aver iscritto l'altra figlia in una scuola materna in Slovenia perché lì le vaccinazioni pediatriche non sono obbligatorie.

La donna è attualmente ricoverata all'ospedale Borgo Trento di Verona. Anche suo marito è risultato positivo. "E proprio adesso - racconta il padre della donna a Repubblica - mi hanno telefonato dall'ospedale per dirmi che anche mia moglie, infettata, è peggiorata. Sono distrutto". A Verona per la donna sono pronti a usare l'Ecmo, una tecnica di circolazione extracorporea che si utilizza in ambito di rianimazione per pazienti con insufficienza cardiaca o respiratoria acuta.

Il pericolo che lei muoia secondo i medici è reale, mentre il feto rischia danni cerebrali a causa della mancanza di ossigenazione adeguata, perché la madre ha avuto un'ipossiemia, un'anormale diminuzione dell'ossigeno contenuto nel sangue. Il focolaio in famiglia è cominciato la scorsa settimana e ha contagiato anche la madre della donna: ha 68 anni ed è ricoverata in gravi condizioni. Prima del ricovero in rianimazione, la 45enne si era curata a casa, senza rendersi conto che la situazione stava peggiorando.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La famiglia no vax travolta dal Covid: gravi madre e figlia incinta

Today è in caricamento