rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
L'inseguimento / Pescara

Attesa troppo lunga al ristobar, spara al cuoco poi scappa in taxi: fermato in autostrada

È stato catturato dalla Polizia Federico Pecorale l'uomo accusato di aver sparato a Yelfri Guzman, cuoco di un ristobar del centro di Pescara nel primo pomeriggio di domenica

È Federico Pecorale, un 29enne di originario di Montesilvano ma emigrato in Svizzera da diversi anni, l'uomo accusato di aver sparato ad un cuoco di un ristobar di Pescara. Subito dopo l'aggressione, hanno ricostruito gli investigatori, il 29enne si era rifugiato da alcuni parenti in Abruzzo e successivamente si è allontanato a bordo di un taxi a bordo del quale è stato bloccato dalla Polizia mentre si trovava all'interno di un'area di servizio  lungo l'autostrada A14 in provincia di Pesaro Urbino.

Secondo quanto ricostruito per evitare che durante l'arresto potessero essere coinvolti il tassista e le persone all'interno dell'area di servizio, gli investigatori hanno rintracciato telefonicamente il tassista, mantenendo il contatto con lui fino all'intervento. Durante la perquisizione, gli agenti hanno sequestrato una pistola semiautomatica: i successivi accertamenti stabiliranno se sia l'arma usata nel locale di Pescara. Intanto resta in gravi condizioni il 23enne ferito con più colpi di arma da fuoco.

Si lamenta per l'attesa del pranzo e spara al cuoco

La vicenda sarebbe iniziata nel primo pomeriggio di domenica quando il 29enne, dopo aver pranzato ai tavolini all'esterno, sarebbe entrato nel locale e, al culmine di una discussione per futili motivi, avrebbe estratto una pistola ed avrebbe sparato più colpi, forse tre, contro il cuoco di un ristobar. Il 23enne - originario di Santo Domingo, ma da tempo residente in Abruzzo, padre di un bimbo di due anni - è stato sottoposto ad intervento chirurgico ed è ora ricoverato in Rianimazione, intubato, in prognosi riservata.

Yelfri Guzman: chi è il cuoco 23enne

Yelfri_Guzman-2

In un filmato del sistema di videosorveglianza subito circolato nelle chat, si vedevano gli ultimi secondi dell'episodio: è visibile il dipendente del locale che, a terra, cerca riparo dietro al bancone e l'aggressore che, a volto scoperto, gli spara colpendolo alla schiena, per poi allontanarsi.

tentato omicidio pescara-3-2

Il 29enne, braccato dalla polizia, è stato poi fermato sull'autostrada A14, precisamente nell'area di servizio Metauro, a Pesaro, mentre viaggiava verso Nord a bordo di un taxi.  

Il video dell'aggressione al cuoco di Pescara

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attesa troppo lunga al ristobar, spara al cuoco poi scappa in taxi: fermato in autostrada

Today è in caricamento