rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Il caso

Fedez e la maxi truffa da 100mila euro scoperta dalla madre

Il raggiro sarebbe stato messo in piedi da un ex dipendente

Centomila euro e tentativo di truffa sventato dalla mamma di Fedez: a subire il tentato raggiro proprio la "Doom, dream of ordinary madness", società del cantante Fedez gestita dalla madre Annamaria Berrinzaghi. Il raggiro sarebbe stato messo in piedi da un ex dipendente come spiega nel dettaglio Milanotoday.

Stando a quanto finora accertato dalle indagini, coordinate dal pm Alessandro Gobbis, la tentata truffa sarebbe avvenuta dopo un accordo tra una nota azienda che produce materiali per la scuola e proprio la "Doom", che si occupa di scouting di giovani artisti ma soprattutto dei diritti di immagine dello stesso Fedez. 

L'ex dipendente, attualmente indagato, avrebbe fatto credere al cantante milanese e a sua madre di aver chiuso un contratto con il cliente per 250mila euro, anche se in realtà la cifra pattuita era di 350mila. Sempre secondo le indagini, l'ex lavoratore avrebbe anche cercato di fare in modo che i soldi "spariti" venissero versati sui conti di un'altra società - che comunque rientra nella galassia "Doom" -, per la quale avrebbe iniziato a lavorare da lì a poco. 

Per il pm l’uomo aveva fatto credere a Berrinzaghi, che è amministratore delegato della società, e a Fedez "di aver raggiunto un accordo economico relativo a una attività promozionale che avrebbe svolto l’artista per un importo di 250mila euro anziché di 350mila". A svelare il raggiro sarebbe stata proprio la mamma dell'artista, che si sarebbe così presentata in procura dando il via alle indagini. Nei giorni scorsi per l'ex dipendente è arrivato l'avviso di garanzia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fedez e la maxi truffa da 100mila euro scoperta dalla madre

Today è in caricamento