rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
L'ennesimo femminicidio / Trento

Tornano a casa e trovano mamma e papà morti

Sarebbe stato il marito, Mauro Moser 56 anni, ad uccidere la moglie Viviana Micheluzzi 50enne, prima di spararsi: la tragedia in Val di Fiemme

Un uomo di 56 anni, Mauro Moser, ha ucciso la moglie Viviana Micheluzzi, 50 anni, con una pistola che ha poi rivolto verso se stesso. La tragedia si è verificata nel comune di Castello-Molina di Fiemme attorno alle 14:00. Sarebbero stati i figli di 26 e 20 anni a ritrovare i corpi senza vita dei genitori all'altezza di un ponte nella zona di maso Pertica, fuori dal paese. I corpi, così come la pistola, sono stati trovati nei pressi di alcuni salti di roccia, sopra la strada di fondo valle.

Viviana Micheluzzi femminicidio Castello Molina di Fiemme-2

Sul posto le forze dell'ordine che indagano per chiarire i motivi del gesto. Sconcerto nel piccolo comune,  duemila abitanti nella parte medio-bassa della Val di Fiemme in provincia di Trento. 

Quante donne uccise da inizio anno

Sono dieci le donne uccise da un partner o da un ex dall'inizio del 2022. A Latina, Nadia Bergamini, 70 anni, muore il 14 gennaio uccisa dal genero Antonio Salvatore Zappalà, 44 anni. La donna aveva problemi di deambulazione ed era costretta su una sedia a rotelle. Stando alle indagini, di fronte a una richiesta di aiuto da parte della suocera, l'uomo l'avrebbe colpita ripetutamente fino a farla cadere a terra. Trovata agonizzante dalla figlia, la donna è stata portata in ospedale in codice rosso dove, nonostante l'intervento cui è stata sottoposta, è deceduta per le conseguenze delle percosse. Zappalà è stato arrestato.

Una donna di 40 anni, di origini marocchine, viene soffocata e uccisa dal marito, suo connazionale, a Motta Santa Lucia, in provincia di Catanzaro il 15 gennaio. L'uomo, dopo averla ammazzata è andato a lavoro e ha raccontato tutto al proprio datore. Secondo le indagini, al termine di un violento litigio, il 49enne, operaio edile, avrebbe ucciso la moglie. Al gip, nel corso dell'interrogatorio di garanzia, l'uomo ha confessato il delitto, ora è in carcere con l'accusa di omicidio volontario.

Il 18 gennaio a Roma, in zona Marconi, Simona Michelangeli, 41 anni viene trovata morta nella sua abitazione. A chiamare i soccorsi è il convivente, 42 anni, ai quali racconta di aver trovato la propria compagna in crisi respiratoria sul letto. Ma sul corpo della donna, i soccorsi notano lividi. Secondo le indagini, la donna sarebbe stata ripetutamente vittima di maltrattamenti. L'uomo è stato arrestato.

A Grumo Nevano, in provincia di Napoli, Rosa Alfieri, 23 anni, viene ritrovata senza vita il 1 febbraio all'interno di un condominio dal padre della ragazza. La 23enne era stata attirata con una scusa in un appartamento del palazzo da un vicino che l'ha uccisa: si tratta di Elpidio D'Ambra, 31 anni, che al gip confessa il delitto.

Il 5 febbraio a Zeddiani, in provincia di Oristano, Daniela Cadeddu, 51 anni, viene ammazzata dal marito Giorgio Meneghel, 53 anni. I due erano separati, ma vivevano insieme. L'uomo l'ha uccisa colpendola due volte alla testa con un martello. Il 53enne ha confessato l'omicidio.

Il primo marzo a Pontecagnano Faiano, in provincia di Salerno, Anna Borsa, 30 anni, viene uccisa con colpi di pistola, dal suo ex, Alfredo Erra, 40 anni. La 30enne è stata uccisa mentre era nel salone del parrucchiere dove lavorava. Erra ha ferito anche altre 2 persone presenti in quel momento nel negozio. Dopo averle sparato, Erra ha tentato di suicidarsi rivolgendo verso di sé la pistola, senza riuscirci. Si è dato alla fuga, ma è stato catturato in una area di servizio dell'autostrada A2. L'uomo è stato portato in carcere, con l'accusa di omicidio volontario, aggravato dalla premeditazione.

L'8 marzo a San Leonardo di Cutro, in provincia di Crotone, viene ammazzata con un colpo al petto Vincenza Ribecco, 60 anni. I carabinieri della compagnia di Crotone anno fermato il marito, 69 anni, con l'accusa di omicidio volontario premeditato e porto abusivo di arma.

Arriviamo al 10 marzo quando a Napoli, Anastasiia Bondarenko, 23 anni, arrivata in Italia dall'Ucraina da due mesi, muore carbonizzata nel rogo dell'appartamento in Vico I Sant'Antonio Abate dove viveva con la figlia di 5 anni e altri connazionali. Ad appiccare il rogo, secondo i carabinieri, Dmytro Trembach, cittadino ucraino e compagno della donna, fermato dai militari dell'Arma.

Il 12 marzo a Lentini, nel Siracusano, viene ammazzata con una coltellata alla gola Naima Zahir, 45 anni. Dopo un lungo interrogatorio, per l'omicidio è stato indagato il marito.

Di questi giorni invece il ritrovamento del cadavere della attrice hard Carol Maltesi, in arte Charlotte Angie. Reo confesso del delitto il vicino di casa Davide Fontana che avrebbe ammesso le sue responsabilità agli inquirenti. La vittima aveva un figlio di 5 anni che vive a Verona con la nonna e il papà dopo la separazione avvenuta prima del lockdown.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tornano a casa e trovano mamma e papà morti

Today è in caricamento