rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
CRONACA

Botti di Capodanno, i divieti non bastano: decine di feriti

Nonostante le multe e gli stop disposti da molti comuni, tanti italiani non hanno rinunciato alla tradizione. Trentuno le persone medicate a Napoli e provincia, uno in gravi condizioni. Ma il dato complessivo dei feriti è in calo rispetto al 2015

ROMA - Anche il 2016 comincia con decine di feriti dovuti ai botti di Capodanno.

Il bilancio più pesante a Napoli e provincia, dopo sono trentuno in totale le persone che si sono sottoposte a cure mediche per i fuochi d’artificio, diciotto persone in città tra cui un minore e tredici persone in provincia, di cui tre minori. E questo nonostante le multe e gli stop disposti da molti comuni.

Il dato è però in calo rispetto all’anno scorso, quando si erano registrati 51 feriti. Uno solo dei feriti - secondo il primo bilancio della Polizia - è in condizioni gravi. Si tratta di un uomo ferito a un occhio e a una gamba. Dall’ospedale di Giugliano (Napoli), dove le sue condizioni non sembravano gravi, è stato poi trasferito al Cardarelli dove è ricoverato in prognosi riservata.

In tutta Italia sono stati 660 gli interventi dei vigili del fuoco riconducibili ai festeggiamenti di Capodanno, in netto calo rispetto a quelli dello scorso anno che erano stati 1.750. Il numero maggiore in Campania (120, la metà rispetto all’anno scorso). Seguono Lombardia con 108, Lazio con 101, Puglia con 82, Emilia Romagna e Veneto con 46.

A Potenza un uomo di 54 anni, cui è stata amputata una mano, è ricoverato in rianimazione all’ospedale San Carlo del capoluogo lucano. L’uomo, le cui condizioni sono "critiche", ha subito lesioni molto gravi anche all’altro braccio e in altre parti del corpo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botti di Capodanno, i divieti non bastano: decine di feriti

Today è in caricamento