rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Ferriere / Piacenza

Il paese è senza guardia medica e il sindaco ordina: "Vietato ammalarsi"

L'Ausl ha deciso di accorpare il servizio di continuità assistenziale a quello di un altro centro. La risposta provocatoria del primo cittadino, Carlotta Opizzi: i cittadini devono "porre in essere ogni attenzione al fine di evitare di avere necessità del medico"

C'è un paese dove è vietato ammalarsi... Potrebbe sembrare l'incipit di una favola dai giorni nostri, ma invece è la realtà. A Ferriere, piccolo centro in provincia di Piacenza, il sindaco Carlotta Opizzi ha firmato un'ordinanza con la quale ordina ai cittadini "di porre in essere ogni attenzione al fine di evitare di avere necessità del medico nei giorni prefestivi e festivi e dalle 20 alle 8 nei giorni feriali".

Il provvedimento è la provocatoria risposta alla decisione dell'Ausl provinciale di togliere con l'inizio del 2022 la guardia medica proprio a Ferriere e nel vicino centro di Ottone. I presidi assistenziali sono stati accorpati a quelli esistenti di Bettola per Ferriere (27 chilometri di distanza) e Bobbio per Ottone (29 chilometri).

Per protestare contro la decisione dell'Ausl è stata anche lanciata una raccolta di firme online su Change.org per chiedere che venga ripristinato il servizio e a oggi, mercoledì 5 gennaio, hanno firmato in 3.745. "Ci batteremo - si legge - per la salvaguardia dei due presidi, almeno parzialmente, nelle possibilità dei medici che daranno la loro disponibilità, come la guardia medica storica di Ferriere. Per un consulto medico non è giusto spostarsi così lontano, lasciando scoperta la montagna di un servizio del genere. La montagna non esiste solo ad agosto".

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il paese è senza guardia medica e il sindaco ordina: "Vietato ammalarsi"

Today è in caricamento