Martedì, 28 Settembre 2021
Fisco

Fisco, più di dieci milioni di italiani versano solo 55 euro all'anno

E' un'Italia a due facce quella che emerge dai dati del Comitato tecnico scientifico di Itinerari previdenziali: il 4 per cento dei contribuenti paga il 32 per cento di tutto l'Irpef. E invece 10 milioni di italiani versano 55 euro l'anno

I nuovi dati su fisco e tasse che circolano in queste ore stanno già facendo molto discutere. La metà degli italiani risulta non avere reddito e, dei 31 milioni di contribuenti nel nostro Paese, un terzo dichiara redditi fino a 7.500 euro annui, pagando così in media 55 euro di Irpef. Emerge questo dalle dichiarazioni Irpef 2013. Ad avere un reddito lordo sopra i 55mila euro sono solo 1,64 milioni di contribuenti, il 4,01% del totale, gli stessi che, da soli, pagano il 32,6% di tutto l'Irpef.

L'analisi è stata pubblicata dal Comitato tecnico scientifico di Itinerari previdenziali sul Corriere della Sera, sottolinea come quasi 20 milioni di contribuenti, cioè il 46,56% del totale, dichiarino da zero a 15mila euro, sopravvivendo così con un reddito medio mensile sotto i 600 euro. Nel dettaglio, a dichiarare redditi nulli o negativi sono in 799mila. Sull'altro lato della medaglia, con redditi tra i 100mila e i 200mila euro, c'è lo 0,83% dei contribuenti, circa 339mila persone, mentre sopra i 200mila euro lordi sono in 106mila.

In Italia su 60,782 milioni di abitanti il numero di contribuenti, ovvero di quelli che presentano la dichiarazione dei redditi, è di circa 41 milioni; ma i contribuenti effettivi (che pagano almeno un euro di tasse) sono circa 31 milioni: in parole povere la metà degli italiani non ha redditi e quindi vive a carico di qualcuno.

E' una fotografia impietosa, scrive Comitato tecnico scientifico di Itinerari previdenziali. "Come può essere quello che emerge da questi dati lo stesso paese che ha il record di case in proprietà, telefonini, auto e altro pro capite e una ricchezza pro capite stimata dalla Bundesbank doppia rispetto a quella dei tedeschi?" si chiede. Una prima solzuione, o almeno una prima azione dovrebbe essere la convocazione da parte dell'Agenzia delle Entrate di tutti coloro che dichiarano poco o nulla da molti anni, e domandare loro come riescono a vivere. In molti casi senz'altro siamo di fronte a una povertà effettiva, ma emergerebbero anche tante, tantissime irregolarità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fisco, più di dieci milioni di italiani versano solo 55 euro all'anno

Today è in caricamento