rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Fisco

"Attenzione, il Fisco ti spia"

Addio alla vecchia anagrafe tributaria: è pronto il database più grande al mondo. Saldo di inizio e fine anno, totale dei bonifici e degli acquisti con carta di credito: il Fisco saprà tutto

ROMA - Gli evasori comincino a tremare. E tutti i correntisti sappiano che da oggi non esistono più segreti. Il Fisco italiano comincia a fare sul serio e dal trentuno ottobre, salvo ritardi, sarà pronto il database più completo al mondo. La vecchia anagrafe tributaria che si limitava a raccogliere il numero dei conti correnti intestati ad ogni persona sarà solo un vecchio, "dolce", ricordo. Il rapporto tra il Fisco e gli italiani diventerà molto più stretto, con la complicità delle banche. 

I "signori delle Entrate" sapranno tutto: il saldo a inizio e a fine anno, il totale dei bonifici in entrata e in uscita, il totale degli acquisti fatti con carta di credito e delle ricariche per le carte telefoniche. Ancora: una serie di informazioni su dossier titoli e certificati di deposito. La data di passaggio è il trentuno ottobre: entro quel giorno le banche e gli altri operatori finanziari dovranno trasmettere all'anagrafe tributaria tutti i dati relativi al 2011. 

Ma non è che l'inizio. Entro il trentuno marzo dell'anno prossimo sarà la volta dei dati relativi al 2012, mentre per quelli dell'anno in corso la scadenza è stata fissata al venti aprile del 2014. Da quel momento in poi, il nuovo database entrerà a regime pieno con una rete dedicata, criptata, tracciabile e con limitate possibilità di accesso che permetterà lo scambio dei dati fra banche e Fisco. 

I "numeri" sui conti correnti degli italiani, stimati in seicento milioni, potranno essere conservati al massimo per sei anni. E saranno utilizzati per costruire i cosiddetti "elenchi di rischio", utili al Fisco per decidere dove concentrare i controlli. 

In questo clima da "Grande Fratello", intanto, il ministro dell'Economia, Saccomanni, ripropone l'idea di tracciare l'uso dei contanti anche per cifre al di sotto dei mille euro attuali: l'offensiva del Fisco è cominciata. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Attenzione, il Fisco ti spia"

Today è in caricamento