Sabato, 8 Maggio 2021
Il caso / Genova

Focolaio in ospedale: nel mirino un operatore sanitario no vax

Il nuovo caso in Liguria, nove contagi nel nosocomio di Lavagna. Toti: ''Secondo le prime indagini dell'Asl, il cluster è stato innescato dal personale non vaccinato''. 

Foto di repertorio Ansa

Ancora un cluster in un ospedale, con il principale indiziato che sembra essere il personale sanitario non vaccinato contro in coronavirus. Dopo il caso del Policlinico San Martino di Genova, un nuovo focolaio di contagi si è verificato a Lavagna, sempre in Liguria: al momento sono nove i pazienti risultati positivi al Covid 19. 

Focolai in ospedale e personale no vax: i casi in Liguria

A dare la notizia è stato il governatore della Regione Liguria, Giovanni Toti, che ha annunciato anche la presenza di un altro focolaio in una Rsa di Tiglieto, in provincia di Genova, dove due operatori che lavorano all'interno della struttura avrebbero provocato il contagio di tre pazienti.

''I tre pazienti della Rsa di Tiglieto hanno dovuto ricorrere alle cure ospedaliere - ha spiegato Toti - Fortunatamente uno è già stato dimesso e nessuno è in pericolo di vita". Il governatore ha spiegato che si tratta di casi simili a quello avvenuto all'ospedale San Martino: ''Un cluster ospedaliero, generato, almeno così pare dalle prime indagini dell'Asl, da personale sanitario non vaccinato, che ha portato in virus inconsapevolmente di un reparto e ha provocato nove pazienti positivi''.

Focolaio nell'ospedale di Lavagna: le indagini della Asl

Toti ha poi approfondito il tema, molto delicato, del personale sanitario che decide di non sottoporsi alla vaccinazione: "Dalle prime indagini interne della Asl personale ospedaliero non vaccinato ha portato il virus inconsapevolmente all'interno di un reparto e ha provocato nove pazienti positivi che sono ora ricoverati all'ospedale di Lavagna. Lo erano già per altre ragioni, ma oggi si sono positivizzati in ragione di un incontro con lo staff sanitario che evidentemente ha rifiutato il vaccino, visto che il personale sanitario è già stato vaccinato tutto da tempo".

"Questo è un tema evidentemente molto delicato sull'obbligo vaccinale e sulla gestione del personale sanitario a contatto delle persone più fragili che non vuole vaccinarsi. È un tema - ha concluso Toti - di cui si è  parlato con il governo, mi sono confrontato a lungo anche con il ministro Speranza. Mi auguro che il legislatore corra ai ripari al più presto dando una interpretazione univoca".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Focolaio in ospedale: nel mirino un operatore sanitario no vax

Today è in caricamento