Giovedì, 23 Settembre 2021
Il caso

Viaggi, soldi, orologi: Formigoni ancora nei guai

L'ex governatore della Lombardia rischia un nuovo processo per corruzione. Per i pm il "Celeste" avrebbe ricevuto oltre 400 mila euro da un ex consigliere regionale

ROMA - Rischia di finire ancora a processo per corruzione l'ex presidente della Regione Lombardia e oggi senatore Ncd Roberto Formigoni, già imputato per il caso Maugeri assieme, tra gli altri, al presunto faccendiere Pierangelo Daccò. Secondo la procura di Milano, l'ex governatore lombardo avrebbe ricevuto la "somma complessiva di 447 mila euro, tra contanti, orologi di lusso, spese per viaggi tra il Sudafrica e la Croazia e il noleggio di jet e barche dall'intermediario ed ex consigliere regionale Massimo Gianluca Guarischi, già condannato a cinque anni di carcere per il presunto giro di mazzette nella sanità lombarda".

COSA DICONO I PM - I pm di Milano Claudio Gittardi, Antonio D'Alessio ed Eugenio Fusco hanno chiuso le indagini, in vista della richiesta di processo, a carico di Formigoni, dell'imprenditore Giuseppe Lo Presti, dell'ex dg della sanità lombarda Carlo Lucchina, dell'ex assessore lombardo alla Sanità Luciano Bresciani, di Paolo Alli, ex sottosegretario alla Presidenza della Regione, e di Simona Mariani, ex dg dell'ospedale di Cremona. Come si legge nell'avviso di chiusura citato dal Corriere della Sera, Formigoni avrebbe accettato la "promessa della somma complessiva di 900 mila euro in relazione a due forniture dell'apparecchiatura diagnostica acceleratore lineare 'Vero' all'ospedale di Cremona e all'Istituto dei Tumori (non andò in porto)", dandosi da fare, secondo l'accusa, per sbloccare gli stanziamenti regionali nel 2012. E in cambio avrebbe ricevuto da Guarischi, che si interfacciava con l'imprenditore della sanità Lo Presti, quasi 450 mila euro.

Contestazioni queste già emerse in passato nel corso delle indagini e nel processo a carico di Guarischi, così come il lungo elenco di viaggi e vacanze che l'ex consigliere avrebbe pagato al "Celeste". Formigoni, tra l'altro, avrebbe incassato, sempre secondo le accuse dei pm, tranche in contanti da 95 mila e 85 mila euro e si sarebbe fatto "regalare un orologio in acciaio Bulgari da oltre 3 mila euro. Guarischi avrebbe pagato per lui anche i noleggi di aerei privati, elicotteri e barche per una serie di vacanze in varie mete, tra cui la Croazia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viaggi, soldi, orologi: Formigoni ancora nei guai

Today è in caricamento