Giovedì, 5 Agosto 2021
TORINO

Fornolosa, il borgo piemontese dove il buio dura quattro mesi

Gli abitanti non vedono la luce del sole dal 26 ottobre al 14 febbraio. Colpa di uno sperone di montagna che incombe sulla frazione

Fornolosa

Un raggio di sole dopo quattro mesi di "buio". Non siamo alle isole Svalbard ma a Fornolosa, frazione di Locana, un paesino incastonato sulla strada verso il Gran Paradiso. Gli abitanti di questo borgo non vedono la luce del sole dalle 14.20 del 26 ottobre: colpa di una incudine di roccia che sottrae il paese al bacio dei raggi solari: Punta Balma, il 'munt dla Balma', questo sperone di montagna, incombe sulla frazione escludendola dall’abbraccio solare.

Ogni anno gli abitanti attendono l’appuntamento con il primo raggio di sole proprio nel giorno degli innamorati. Ieri però è andata male. Il tempo era nuvoloso. "Attenderemo domani. Sempre che faccia bello", ha raccontato a Repubblica Antonietta Fanuele, proprietaria dell’unica trattoria di Fornolosa. 

Giampiero Maggio de La Stampa è andato a chiedere di persona come sia vissuta questa stranezza ambientale. E non tutti ne sono felici. Agata Granato, ad esempio, ha raccontato di aver saputo che il sole spariva ad ottobre solo dopo aver comprato casa. "Altrimenti non l’avrei mai presa".

Olga Baravetto, 79 anni, è la più anziana della borgata, taglia l’aria con la mano come per mandare a quel paese la signora Agata. E poi sorride: "Sono tutte frottole, qui lei sta bene, fa tanto la difficile ma poi non vede l’ora di tornare". 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fornolosa, il borgo piemontese dove il buio dura quattro mesi

Today è in caricamento