Domenica, 28 Febbraio 2021

Fortuna, ergastolo per Raimondo Caputo. La madre: "Via dalla Campania per dimenticare"

Confermata anche le condanna a 10 anni per Marianna Fabozzi. Lo sfogo di Mimma Guardato, madre della piccola: "Loro mangiano e bevono, il mio ergastolo è a vita"

La mamma di Fortuna

Ergastolo per Raimondo Caputo, detto Titò, l'uomo accusato di aver abusato e causato la morte della piccola Fortuna Loffedo, la bimba morta il 24 giugno 2014 dopo un volo dall'ottavo piano di un palazzo di Caivano. La terza Corte d'Assise di Appello di Napoli, ha confermato la condanna inflitta in primo grado circa un anno fa

Confermata anche le condanna a 10 anni per Marianna Fabozzi, ex compagna di Caputo. La donna, che attualmente è ai domiciliari, era accusata di concorso in violenza sulla più piccola delle sue tre bambine, amiche di Fortuna. Anche le tre bambine secondo l'accusa sarebbero state violentate da Caputo. 

La mamma di Fortuna: "Sono io che ho preso l'ergastolo"

La madre di fortuna, Mimma Guardato, prima di entrare in tribunale si è fermata con alcuni giornalisti. Ai cronisti ha detto che ha voglia di andare via e cambiare pagina, racconta NapoliToday.

"Per cambiare vita, per far dimenticare questa brutta storia, vado via dalla Campania", le sue parole. "Da quando lei non c'è più (Fortuna è morta il 24 giugno del 2014, ndR) sono io che ho preso l'ergastolo - dice la mamma di Chicca - loro sono dentro, mangiano, bevono e dormono. Io ho preso ergastolo fuori dal carcere". Mimma andrà a Mantova, dove lavorò tempo fa un anno in un bar. Porterà con sé i suoi due figli. "Dovunque io vada - precisa - Chicca sarà sempre con me". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fortuna, ergastolo per Raimondo Caputo. La madre: "Via dalla Campania per dimenticare"

Today è in caricamento