rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Violento nubifragio / Trento

Maltempo in Trentino, frane e strade chiuse: evacuati alberghi e case

Fiumi esondati, strade chiuse ed evacuazioni in Val di Fassa, dopo il violento nubifragio che ieri ha colpito il Trentino: l'allerta meteo dovrebbe durare fino a domenica

Una decina di abitazioni e due alberghi sono stati evacuati in Val di Fassa, dopo la violenta ondata di maltempo che si è abbattuta sul Trentino nel pomeriggio di ieri, venerdì 5 agosto. Tra frane, smottamenti, colate di fango e strade chiuse, sono moltissimi i disagi causati in tutta la zona, con l'allerta meteo che dovrebbe durare fino alla mattina di domenica 7 agosto. L’allerta meteo, diramata qualche ora prima e che durerà fino al mattino di domenica 7 agosto, annunciava la possibilità di violente perturbazioni in giornata. Ed è quanto accaduto in Val di Fassa dove sono state diverse le energie trentine impiegate nelle attività: protezione civile, in particolare i settori dei vigili del fuoco, dei forestali, bacini montani e geologi, con anche i tecnici del servizio gestione strade.

Maltempo in Trentino: frane e smottamenti in Val di Fassa (Foto Ansa)

Molti gli alberi abbattuti dal forte vento e centinaia gli interventi dei vigili del fuoco che stanno lavorando insieme con le forze dell'ordine e la protezione civile. La situazione più difficile si è avuta in Val di Fassa (Trento) dove un centinaio di persone sono state fatte evacuare per precauzione da alcuni hotel e abitazioni private. Danni a case e automobili anche in provincia di Bolzano, a Fleres, Valdaora, San Vigilio, Anterselva, Cengles, Val Badia (dove è stato evacuato un albergo), Val Martello e Brunico. Secondo le prime informazioni sarebbero caduti tra i 90 e i 100 millimetri di pioggia in un'ora, cosa che ha trasformato rivoli d'acqua in torrenti di fango. Al momento non risultano esserci né vittime né dispersi. Problemi anche al confine con il Bellunese, con una frana di ghiaia che

CITYNEWSANSAFOTO_20220806071304267_d061052a2b30c9053f2f55b5dd10dd6a-2

Per diverse ore sono rimaste sotto osservazione una serie di situazioni, in particolare l’ingrossamento di alcuni corsi d’acqua che hanno causato smottamenti e erosione di argini. Per prudenza è stata disposta l’evacuazione di alcune abitazioni nella zona di Pera di Fassa, a Vigo di Fassa (una decina di abitazioni) e a Pozza di Fassa dove sono stati spostati gli ospiti ed il personale di due alberghi. Le attività di sistemazione entreranno nel vivo sabato domattina.

Maltempo 5 agosto 2022-2-2

A Mazzin di Fassa si è reso necessario chiudere la strada statale per esondazione dei corsi d’acqua limitrofi, ed anche la strada per Gardeccia ha fatto segnalare alcuni cedimenti. Nessun problema particolare a Moena ad eccezione di un cantiere della Provincia su cui si è deciso di intervenire sabato.Le precipitazioni in val di Fassa sono iniziate verso le ore 17 a cominciare dal bacino del rio Udai. Le punte di maggiore intensità si sono registrate fra le 18.30 e le 19.30 con massimo di 108 mm a Monzon di Pozza di Fassa (stazione di Meteonetwork). Nelle altre stazioni meteo sono stati misurati 61 mm di pioggia a Campitello Avisio e valori molto meno significativi nelle altre postazioni di monitoraggio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo in Trentino, frane e strade chiuse: evacuati alberghi e case

Today è in caricamento